spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 21 Aprile 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    San Donato in Poggio è ufficialmente uno dei Borghi più belli d’Italia: la gioia del sindaco David Baroncelli

    Parole piene di orgoglio: "Sento oggi più che mai, che la mia vita appartiene alla comunità. E considero un privilegio potermene occupare"

    SAN DONATO IN POGGIO (BARBERINO TAVARNELLE) – Da ieri pomeriggio, sabato 11 marzo, San Donato in Poggio è ufficialmente fra I Borghi più belli d’Italia.

    La cerimonia, con la consegna del “certificato” da parte dell’associazione, è avvenuta alla presenza di tanti cittadini, delle autorità istituzionali (con in testa il presidente della Regione Eugenio Giani), delle associazioni del territorio.

    Per l’occasione, i sandonatini hanno dato anche sfoggio di una delle loro arti “magiche”: una splendida infiorata in piazza Malaspina.

    E quello che commenta questo traguardo è un sindaco di Barberino Tavarnelle, David Baroncelli, a dir poco raggiante.

    “Sento – inizia – oggi più che mai, che la mia vita appartiene alla comunitò, E considero un privilegio potermene occupare, prendermene cura con tutti gli strumenti, le risorse e i ruoli che competono ad un’amministrazione comunale”.

    “Di una cosa sono sempre più convinto – prosegue – finché mi sarà data la possibilità mi attiverò insieme alle cittadine e ai cittadini, alle lavoratrici e ai lavoratori, alle studentesse e agli studenti che risiedono e operano nel nostro territorio per farla crescere e progredire in ogni suo aspetto”.

    “Nella comunità c’è tanto lavoro da fare e portare avanti – esorta – tanti progetti e bisogni da ascoltare, recepire, condividere”.

    “Ma è in ogni cuore che nasce e si esprime l’aspirazione più grande – dice ancora – In ogni cuore si muovono insieme desiderio e azione per realizzare il senso vero, autentico del bene comune”.

    “Comunità – rilancia Baroncelli – è investire nel futuro, è sostenere i più deboli, è creare opportunità educative, culturali, economiche. E’ credere nel potenziale creativo delle bambine e dei bambini, è sentirsi parte di un valore che mira all’interesse collettivo, è un luogo materiale e immateriale che stimola le energie e costruisce qualità gentili e ponti di inclusione, è pace e solidarietà tra persone e generazioni diverse”.

    “E’ avere un’idea che diventa visione – sono ancora parole del sindaco – impegno, responsabilità, è la capacità di riflettere e rispondere alle esigenze reali senza perdere di vista la necessità lungimirante di vedere oltre le singole istanze”.

    “E’ colore, è vita. E’ bellezza – conclude – E con gli occhi della comunità di San Donato in Poggio, borgo del comune di Barberino Tavarnelle entrato ufficialmente nella rete nazionale de I Borghi più belli d’Italia, di bellezza ne ho visto davvero tanta! Per il resto, per le emozioni forti che abbiamo vissuto insieme, parlano e si raccontano le immagini di questa giornata straordinaria: 11 marzo 2023, San Donato in Poggio incoronato uno dei Borghi più belli d’Italia! Facciamone tesoro e condividiamo nella gioia questa meravigliosa soddisfazione!”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...