spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sinistra Civica Ecologista Barberino Tavarnelle: “Serve un richiamo al vaccino anti fascismo”

    "Un'azione di condanna e di indignazione è importante ma non sufficiente. Serve una risposta anche su un piano giuridico e democratico: serve una legge. Firmate la proposta di iniziativa popolare"

    BARBERINO TAVARNELLE – “Serve un richiamo al vaccino contro il fascismo”.

    Lo dice Sinistra Civica Ecologista di Barberino Tavarnelle, chiedendo “alle nostre concittadine e concittadini di fare appello al proprio senso civico per non abbassare mai la guardia, l’attenzione e la vigilanza contro l’antisemitismo, contro la violenza, contro il fascismo!”.

    “Siamo consapevoli – sottolineano – a pochi giorni da una ricorrenza fondamentale come la Giornata della Memoria, dell’esigenza di affermare continuamente la necessità di difendere i valori della democrazia, della tolleranza e non discriminazione e di trasmettere ai giovani questa consapevolezza”.

    “In Italia – riprendono – ma non solo, il fascismo è purtoppo più vivo che mai. Lo vediamo sui social network, nei commenti, durante le manifestazioni pubbliche, negli atteggiamenti e nelle relazioni quotidiane”.

    “Un’azione di condanna e di indignazione è importante – aggiungono da SCE di Barberino Tavarnelle – ma non sufficiente. Serve una risposta anche su un piano giuridico e democratico: serve una legge”.

    “Ci sono stati – ricordano in Parlamento dei tentativi in questo senso che però si sono fermati alla prima lettura alla Camera con discussioni caratterizzate anche da inteventi diretti a sottostimare e ridimensionare la questione. E questo è un ulteriore campanello di allarme prima ancora che un’ occasione gettata al vento”.

    “Tocca al nostro senso di responsabilità – esortano – tocca a noi dare un segnale forte, tocca a noi difendere e ribadire i principi e valori sanciti nella Costituzione. Riteniamo fondamentale opporsi ad uno strumentale e subdolo tentativo di rivalutare e normalizzare il fascismo richiamando la libertà di espressione. Libertà e fascismo sono termini opposti e incompatibili!”.

    E qui vengono all’attualità: “E’ in corso una raccolta firma legata al progetto di legge di iniziativa popolare “Norme contro la propaganda e la diffusione di messaggi inneggianti a fascismo e nazismo e la vendita e produzione di oggetti con simboli fascisti e nazisti”. Vi invitiamo ad apporre la vostra firma”.

    “A Barberino Tavarnelle – informano in conclusione – tutti i cittadini iscritti nelle liste elettorali possono presentarsi entro il 26 marzo 2021, con un documento in corso di validità, all’Urp comunale (sede di Tavarnelle, piazza Matteotti 39 e sede di Barberino Val d’Elsa, via Cassia 49), dal lunedì al venerdì ore 8.30-13, il martedì e giovedì anche ore 15.30-18”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...