spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 6 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sinistra Civica Ecologista: “Inevitabile pensare alla riunificazione di Marcialla”

    Il gruppo, in maggioranza e in giunta, sposa le richieste dei cittadini: "Elaborare una soluzione che dia un riassetto dei confini comunali fra Barberino Tavarnelle e Certaldo"

    BARBERINO TAVARNELLE – “Dopo la fusione dei due Comuni di Barberino e Tavarnelle , è quasi inevitabile pensare alla riunificazione della frazione di Marcialla, ancora suddivisa tra le amministrazioni comunali di Barberino Tavarnelle e Certaldo”.

    Il gruppo di Sinistra Civica Ecologista, in maggioranza e in giunta a Barberino Tavarnelle, esprime la propria posizione a riguardo, “condividendo e facendo proprie le volontà della popolazione interessata che sono fortemente e chiaramente espresse nella richiesta di avere una unica amministrazione comunale: Barberino Tavarnelle”.

    Insomma, si va oltre le ipotesi di integrazione alle quali stanno lavorando al momento le amministrazioni comunali. Si chiede di far passare la parte certaldese di Marcialla a Barberino Tavarnelle.

    “La questione – spiega SCE – è stata sollevata più volte negli anni passati ed i tempi sono maturi perché venga finalmente risolta, togliendo quella linea invisibile di confine, per integrare e omogeneizzare risposte e bisogni che hanno quei cittadini che vivono di fatto assieme in una unica comunità”.

    “La frazione di Marcialla – proseguono – per la sua posizione geografica e localizzazione della popolazione è già un territorio conforme”.

    “Riteniamo utile ed opportuno – rilanciano – che al “tavolo della discussione”, oltre ai rispettivi sindaci, giunte e consigli comunali, sia pienamente coinvolta anche la Regione Toscana”.

    “L’obiettivo è chiaro – indicano senza equivoci – elaborare e proporre una soluzione equa e ovviamente condivisibile; dando una visione di riassetto dei confini comunali per Barberino Tavarnelle e Certaldo più vicina e consona ai bisogni delle due comunità”.

    “Infine – concludono – confidiamo anche nella nascita dei Consigli di Frazione, che siano veri strumenti di rappresentanza democratica e partecipativa al percorso governativo dell’amministrazione”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...