spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Super affluenza per il martedì sera organizzato dal Gazzettino del Chianti e dal Comitato dei Rioni

     

     

     

     

     

     

     

     

    TAVARNELLE – Sarà stato il richiamo degli artigiani con le loro creazioni, quello dei trippai con il loro "street food". Oppure i ristoranti in grande "forma" con i tavolini in piazza e per le strade, i negozi aperti fino a tardi, una temeperatura particolarmente mite.

     

    O, molto più probabilmente, il mix di tutti questi fattori: il risultato finale è stato quello di un martedì sera, quello del 2 luglio, davvero super per il centro storico di Tavarnelle. Migliaia le persone venute in paese per la serata organizzata dal Gazzettino del Chianti, in collaborazione con il Comitato della Festa dei Rioni, "Il Chianti nelle mani".

     

    Artigiani selezionati per una mostra-mercato davvero piacevole lungo via Roma; quattro trippai in piazza Matteotti che hanno dato fondo alle scorte sui loro furgoni. Fra francescina, roventini, lampredotto, porchetta: cibo "di strada" insomma.

     

    Alla fine la sensazione di una piacevole serata "di popolo", come deve essere in questi casi. Da stasera riparte il programma di "C'era una volta Festa dei Rioni" con la serata sul rione del Borghetto: domani sera giochi in piazza, venerdì serata del Centro, sabato ancora giochi, domenica sfilata finale e premiazione del rione vincitore.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...