spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 10 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Vive a Barberino Tavarnelle e viaggiava con una falsa patente greca: denunciato un 26enne

    Di nazionalità pakistana, è stato fermato per un controllo dai carabinieri di Poggibonsi: ha esibito anche un permesso di guida del Pakistan, falso pure quello

    BARBERINO TAVARNELLE – Nei giorni scorsi, durante i controlli svolti dai carabinieri del Nucleo Radiomobile di Poggibonsi sulle principali arterie della zona, i militari hanno fermato un cittadino di nazionalità pakistana.

    Ventiseienne, residente ad Abbadia San Salvatore, ma domiciliato da tempo nel comune di Barberino Tavarnelle.

    Durante il controllo ha esibito ai carabinieri una patente di guida rilasciata in Grecia. Il documento però non ha convinto fino in fondo i militari.

    Il motivo? Alcuni elementi caratteristici, per quanto estremamente piccoli, sembravano non conformi ai documenti rilasciati dalle autorità elleniche.

    Il cittadino è stato quindi invitato in caserma, dove la patente è stata esaminata ai raggi ultravioletti.

    Che non hanno evidenziato i riscontri luminescenti tipici delle patenti autentiche.

    Anche il successivo esame ottico del documento ha dimostrato la sua sospetta falsità.

    L’uomo ha esibito anche un permesso di guida internazionale rilasciato dal Pakistan: poi risultato anch’esso falso.

    Entrambi i documenti sono stati sequestrati. E l’uomo denunciato alla Procura della Repubblica di Siena per presunta guida senza patente, falso e ricettazione.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua