spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 26 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Castellina: a passeggio sulle colline del Chianti tra archeologia e panorami da foto

    Giornata degli Etruschi 2022: appuntamento sabato 24 settembre con il Museo Archeologico del Chianti senese

    CASTELLINA IN CHIANTI – Il Museo Archeologico del Chianti senese partecipa alla Giornata degli Etruschi promossa dal Consiglio regionale della Toscana con la “Passeggiata nel Chianti sulle tracce degli Etruschi”, in programma la mattina di sabato 24 settembre.

    La partecipazione è gratuita ed è gradita la prenotazione contattando il Museo al numero 0577742090 o all’indirizzo mail info@museoarcheologicochianti.it.

    L’iniziativa prenderà il via alle ore 9 dal Museo Archeologico del Chianti senese con un trekking su un itinerario di fascino storico e paesaggistico nella campagna intorno a Castellina in Chianti.

    Accompagnati dall’archeologo e direttore del Museo, Marco Firmati, e da escursionisti dell’associazione Camminando a Quercegrossa aps, verranno toccate alcune località di interesse archeologico di cui restano testimonianze all’interno delle sale espositive del Museo Archeologico del Chianti senese.

    A nord Salivolpi, località che ha restituito tracce dell’antico abitato etrusco e l’imponente Tumulo di Montecalvario, sepolcro di signori etruschi di rango principesco; a sud, in direzione Siena, Casa Rosa al Taglio, località che grazie alle recenti indagini di scavo ha fornito tracce di frequentazione etrusca e romana.

    L’itinerario, inoltre, si trova sull’antica via Romea Sanese che collegava Firenze a Siena passando per il Chianti con un percorso di crinale.

    Durante il percorso, i partecipanti saranno accompagnati da un fotografo d’eccezione, Andrea Rontini, che ha trasformato la sua passione per la fotografia dei paesaggi, e in particolare di quelli chiantigiani, nel proprio lavoro da molti anni.

    Gli appassionati e gli interessati avranno, così, modo di catturare alcuni scatti con preziosi consigli e accorgimenti specifici per la macchina fotografica.

    Il percorso si chiuderà con il ritorno al Museo Archeologico del Chianti senese intorno alle ore 13.30, con un ristoro a base di sapori e vini del territorio.

    Al rientro, inoltre, i partecipanti potranno visitare la Torre della quattrocentesca Rocca fiorentina, in piazza del Comune, e ammirare i paesaggi mozzafiato che spaziano dai monti del Chianti fino a larga parte della Toscana centrale.

    L’iniziativa dedicata agli Etruschi si concluderà nella Sala del Capitano della Rocca, con la premiazione delle due foto più rappresentative scattate dai camminatori con il proprio smartphone o macchina fotografica durante la passeggiata.

    I partecipanti hanno tempo fino alle ore 13.15 per pubblicare fino a 2 foto sul proprio profilo Facebook taggando il Museo Archeologico del Chianti senese.

    In palio ci sono pubblicazioni, gadgets e card museali della Fondazione Musei Senesi per accedere con sconti e servizi nei musei della rete senese.

    La Giornata degli Etruschi è promossa dal consiglio regionale della Toscana per ricordare il 27 agosto 1569, data in cui Cosimo I de’ Medici, Duca di Firenze, riceveva il titolo di Granduca della Toscana con bolla papale.

    Questo riconoscimento di prestigio permise a Firenze di estendere il governo al cuore dell’Etruria, territorio un tempo occupato dagli Etruschi.

    In occasione di questo anniversario che celebra la Toscana e la sua identità storica e culturale il consiglio regionale sostiene, per tutto il mese di settembre, iniziative volte alla valorizzazione del patrimonio etrusco in Toscana.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...