spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Castellina in Chianti: gioco di ruolo sugli Etruschi nella Torre medievale

    Domenica 31 ottobre, in occasione di Halloween, animerà la Sala del Capitano della Torre medievale del Museo Archeologico del Chianti senese

    CASTELLINA IN CHIANTI – Si intitola “Diamo vita agli Etruschi” il gioco di ruolo che domenica 31 ottobre, in occasione di Halloween, animerà la Sala del Capitano della Torre medievale del Museo Archeologico del Chianti senese.

    L’appuntamento, in programma alle ore 16 e rivolto in particolare ai bambini da 8 anni in su, è organizzato dal Museo Archeologico del Chianti senese in collaborazione con l’Associazione Gamestorm APS di Siena.

    I piccoli partecipanti potranno immedesimarsi negli abitanti di una comunità etrusca del Chianti per ricostruire, con indizi storici e con la propria fantasia, la vita antica attraverso i ritmi delle stagioni e delle attività dell’epoca.

    A guidarli saranno alcune educatrici, nei panni di una nobile etrusca e di un aruspice, insieme all’inventiva e alla fantasia del momento messa in campo dai giocatori.

    Nel corso del gioco, i partecipanti saranno coinvolti anche in un laboratorio di pittura durante il quale potranno personalizzare una statuetta etrusca da portare a casa.

    Informazioni

    L’appuntamento è a ingresso gratuito e si svolgerà nel rispetto delle norme anti Covid-19, con obbligo di prenotazione al numero 0577742090 oppure all’indirizzo mail info@museoarcheologicochianti.it.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...