spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 29 Gennaio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Castellina in Chianti: storia antica e recente per le Notti dell’Archeologia

    Primo appuntamento domenica 11 luglio alle ore 18 con la mostra "Signori etruschi del Chianti". L'iniziativa tornerà domenica 18 luglio e giovedì 22 luglio

    CASTELLINA IN CHIANTI – Al Museo Archeologico del Chianti Senese di Castellina in Chianti tornano le Notti dell’Archeologia, promosse come ogni anno dalla Regione Toscana per promuovere e valorizzare il patrimonio storico e culturale.

    Gli appuntamenti racconteranno la storia antica e recente del territorio e prenderanno il via domenica 11 luglio, alle ore 18, con l’apertura della mostra archeologica “Signori etruschi del Chianti”, allestita fino al 9 gennaio 2022 con la possibilità di riscoprire e rivivere la storia locale più antica.

    La mostra archeologica “Signori etruschi del Chianti” raccoglie materiali provenienti da corredi di tombe aristocratiche etrusche del Chianti datate tra l’età orientalizzante e arcaica (fine VIII-VI secolo a.C.).

    I corredi sono stati recuperati nel corso di scavi archeologici, alcuni dei quali anche recenti, e illustrano abitudini e contatti culturali che caratterizzarono i signori del Chianti in età etrusca.

    Per la prima volta, inoltre, saranno esposti al pubblico numerosi oggetti scavati dalla Soprintendenza nella necropoli di Bosco Le Pici, ricca e utilizzata fino al III secolo a.C.; nella tomba a camera di Macialla e nella necropoli di Casa Rosa al Taglio, alle porte di Castellina in Chianti.

    Quest’ultimo scavo è stato condotto tra il 2017 e il 2018 in concessione al Comune di Castellina in Chianti, con il sostegno del Gruppo Archeologico Salingolpe e la collaborazione dell’Università di Siena.

    Le Notti dell’Archeologia continueranno domenica 18 luglio, alle ore 18, con la presentazione del libro “La guerra sulle colline” di Claudio Biscarini, accompagnata da una mostra dedicata a ricordi e testimonianze della Seconda guerra mondiale a Castellina in Chianti.

    Il terzo e ultimo appuntamento è fissato per giovedì 22 luglio, ancora alle ore 18, in compagnia degli storici Barbara Gelli e Niccolò Capponi per l’incontro intitolato “Dal 1452 al 1478. Quando gli Spagnoli e Napoletani invasero il Chianti”.

    Informazioni

    Le iniziative delle Notti dell’Archeologia si svolgeranno nel rispetto delle norme anti Covid-19.

    Per informazioni, è possibile contattare il Museo Archeologico del Chianti Senese, che si trova in piazza del Comune a Castellina in Chianti, al numero 0577742090; scrivere all’indirizzo di posta elettronica info@museoarcheologicochianti.it o consultare il sito www.museoarcheologicochianti.it.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...