spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 1 Luglio 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Castelnuovo B.ga, il sindaco Nepi: “Cittadino contattato per falso accertamento, state attenti”

    "Falsa telefonata per fasullo accertamento di Sei Toscana sulla TARI. Probabilmente è una truffa: non concedete appuntamenti e chiamate le forze dell'ordine"

    CASTELNUOVO BERARDENGA – L’allerta lo lancia direttamente il sindaco di Castelnuovo Berardenga, Fabrizio Nepi, dai suoi canali social.

    “Un nostro concittadino – dice – ci ha comunicato di aver ricevuto una telefonata da Sei Toscana per un accertamento TARI e gli è stato richiesto di poter svolgere l’incontro a domicilio”.

    “Fatte le dovuto verifiche dal Comune e dal soggetto gestore del servizio – prosegue il sindaco – non risultano nessun accertamento e nessun controllo a carico del cittadino contattato”.

    “Probabilmente – lancia l’allarme – si tratta di una truffa”.

    “Ricordo – specifica Nepi – che eventuali accertamenti vengono preventivamente comunicati per posta e gli l’eventuali approfondimenti svolti presso le sedi di Sei Toscana o del Comune di Castelnuovo Berardenga”.

    “Nel caso siate contattati da telefonate con tale richiesta – conclude – si consiglia di non concedere appuntamenti e di avvisare le forze dell’ordine”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...