spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Castelnuovo B.ga: in partenza i lavori di recupero e risanamento conservativo degli antichi lavatoi di Villa a Sesta

    L'intervento sarà realizzato grazie ai finanziamenti regionali legati ai canoni minerari degli anni 2021 e 2023

    CASTELNUOVO BERARDENGA – Grazie al conferimento dei finanziamenti regionali legati ai canoni minerari degli anni 2021 e 2023, l’amministrazione comunale sarà in grado di intervenire al recupero degli storici lavatoi di Villa a Sesta.

    Lo scopo dell’intervento, che avrà inizio la prossima settimana, è quello di recuperare e risanare lo storico lavatoio, presente all’ingresso del villaggio chiantigiano, ripristinando le sue caratteristiche originarie.

    La realizzazione del manufatto è databile tra la fine del 1800 e l’inizio del ‘900.

    I lavori condivisi con la Soprintendenza Archeologica, Belle Arti, e Paesaggio per le Province di Siena Arezzo e Grosseto avranno come elementi di interesse.

    La ripulitura della parte muraria, l’impianto di illuminazione, che valorizzerà le caratteristiche edilizie e il rifacimento della struttura di copertura presente nel passato.

    Il restauro e il risanamento conservativo sarà realizzato grazie ai finanziamenti ottenuti dal Comune Castelnovino per circa 20mila oltre a 5mila euro messi a disposizione dall’amministrazione comunale, per un totale di circa 25 mila euro di investimento.

    “Villa a Sesta – fanno sapere dal palazzo comunale – è oggetto, ormai da alcune settimane, di interventi di rigenerazione urbana, che interessano l’intero paese”.

    I lavori hanno ottenuto due linee di finanziamento regionale, a cui vanno aggiunte le risorse messe a disposizione da Acquedotto del Fiora e dal Comune per una spesa complessiva di 1,5 milioni di euro.

    I lavatoi di Villa a Sesta: come verranno

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...