mercoledì 14 Aprile 2021
Altre aree

    Castelnuovo B.ga, la decisione del sindaco Nepi: “Chiuse tutte le scuole, nidi compresi”

    Dall'1 al 6 marzo, riservandosi di prorogare anche in seguito: "Preoccupante incremento dei contagi legato presenza delle varianti più aggressive e più facilmente trasmissibili"

    CASTELNUOVO BERARDENGA – Anche il sindaco di Castelnuovo Berardenga, Fabrizio Nepi, come quello di Siena Luigi De Mossi ha deciso di chiudere tutte le scuole di ogni ordine e grado.

    # Il dg dell’Asl Tse D’Urso: “Casi in crescita a Siena, giusto rafforzare le misure di prevenzione”

    Una decisione che arriva “cista l’evoluzione della pandemia nella provincia di Siena – dice Nepi – in particolar modo nel comune capoluogo e nei comuni confinanti, che hanno registrato negli ultimi giorni un preoccupante incremento dei contagi legato presenza delle varianti più aggressive e più facilmente trasmissibili”.

    “Con focolai rilevati proprio in alcuni istituti scolastici – prosegue – la decisione arriva dopo aver valutato insieme alla Direzione Generale della Azienda Usl Toscana Sud Est, di concerto con le Dirigenze Scolastiche dell’Istituto Comprensivo di Castelnuovo e Monteriggioni, informata la Prefettura di Siena”.

    “Riteniamo cautelativamente opportuno – riprende – adottare apposita ordinanza di sospensione delle attività didattiche di tutte le scuole di ogni ordine e grado (compresi i nidi) a far data da lunedì 1 marzo fino a sabato 6 marzo compreso, riservandosi di prorogarne gli effetti anche a seguito dell’esito di ulteriore confronto col Dipartimento di prevenzione della Zona Senese dell’azienda Ausl Toscana Sud Est e con i Dirigenti scolastici”.

    “Lunedì 1 marzo – aggiunge – sarà possibile, firmando l’autodichiarazione, andare a ritirare il materiale didattico e personale dei bambini”.

    “Le dirigenze scolastiche – dice ancora il sindaco – predisporranno l’eventuale attività di didattica a distanza per i giorni di sospensione dell’attività in presenza e darà comunicazione delle modalità”.

    “Nelle prossime ore – aggiunge – prenderemo ulteriori provvedimenti come la sospensione dei mercati settimanali e la chiusura dei parchi, potenziando i controlli attraverso anche la disponibilità da sempre ritrovata nelle forze dell’ordine”.

    “Quest’anno ci ha tutti particolarmente provato – conclude – ma a causa della presenza delle varianti nella nostra provincia, che hanno evidenziato una maggiore trasmissibilità, siamo forse nel momento più duro. Vi assicuro che ogni grammo di forza che ci rimane lo useremo per star vicino alle famiglie colpite da Covid e sono sicuro che la nostra comunità come sempre risponderà presente, con comportamenti adeguati e in aiuto di chi soffre”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...