spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 18 Ottobre 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Castelnuovo Berardenga: al via il nuovo anno scolastico per circa 600 bambini e ragazzi

    Gli auguri del sindaco, Fabrizio Nepi, e dell'assessora all'istruzione, Annalisa Giovani: "Fondamentale l'impegno di tutti, alunni, insegnanti, personale docente e non docente e genitori, Comune"

    CASTELNUOVO BERARDENGA – Suono della campanella per circa 600 bambini e ragazzi che oggi, mercoledì 15 settembre, sono tornati in aula e sui banchi delle scuole dell’infanzia, primarie e secondaria di primo grado sul territorio di Castelnuovo Berardenga.

    A tutti loro va l’augurio di buon anno scolastico da parte del sindaco, Fabrizio Nepi, e dell’assessora all’istruzione, Annalisa Giovani.

    “La scuola e i servizi rivolti ai nostri cittadini fin da piccoli – affermano Nepi e Giovani – sono, da sempre, una priorità per questa amministrazione comunale, impegnata per garantire il diritto allo studio come elemento fondamentale per la crescita sociale e culturale di una comunità”.

    “Questo – sottolineano – oggi è ancora più importante. L’anno scolastico che si apre rappresenta un nuovo inizio, non solo per la scuola, e sarà fondamentale l’impegno di tutti, alunni, insegnanti, personale docente e non docente e genitori per rispettare le regole anticontagio nell’accesso alle strutture e nello svolgimento delle attività didattiche”.

    “Da parte sua – aggiungono in conclusione – il Comune garantirà i servizi di mensa e trasporto scolastico e sarà in contatto ogni giorno con le scuole, come lo è sempre stato, per tutelare e garantire il diritto allo studio per tutti in sicurezza”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...