spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 8 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Castelnuovo Berardenga: “Bilancio comunale solido e vicino alla comunità e al territorio”

    L'esercizio finanziario 2020 chiude con avanzo di 1,3 milioni di euro e mantiene servizi e investimenti: il commento del sindaco Fabrizio Nepi

    CASTELNUOVO BERARDENGA – Il Comune di Castelnuovo Berardenga chiude l’esercizio finanziario 2020 con un avanzo di amministrazione pari a circa 1,3 milioni di euro “e un bilancio solido – commentano dal palazzo comunale – che guarda al mantenimento dei servizi e a nuovi investimenti nonostante le difficoltà legate all’emergenza Covid-19”.

    L’atto è stato votato nel consiglio comunale che si è svoltovenerdì 30 aprile, in videoconferenza e che si è aperto con un minuto di silenzio in ricordo di Maurizio Colozza, sindaco di Monticiano scomparso nelle scorse settimane.

    “Il rendiconto dell’esercizio finanziario 2020 – ha affermato il sindaco di Castelnuovo Berardenga, Fabrizio Nepi, che detiene anche la delega al bilancio – risente delle difficoltà provocate dalla pandemia fin dallo scorso anno, ma la gestione delle risorse è positiva anche grazie al recupero di fondi destinati a servizi non erogati a causa dell’emergenza sanitaria, quali mensa e trasporto scolastico nei periodi di sospensione delle attività didattiche”.

    “A questo – ha proseguito – si aggiungono la dilazione del pagamento dei mutui, passato da 680 mila euro a 77 mila euro in un anno, e risorse arrivate dallo Stato con i ristori stanziati per le amministrazioni pubbliche”.

    “Questi sostegni – ha precisato Nepi – sono, peraltro, in continua evoluzione per permettere agli enti locali di essere vicini ai cittadini e, in particolare, alle fasce più colpite dalle conseguenze dell’emergenza Covid”.

    Sostegno alla comunità di fronte al Covid-19

    “Grazie a un bilancio sano e solido – ha continuato il primo cittadino – l’amministrazione comunale ha potuto mettere in campo, fin dall’inizio della pandemia, numerose iniziative di sostegno socioeconomico, quali maggiori risorse per contributo affitti, Fondo di Solidarietà comunale, buoni spesa, centri estivi, agevolazioni sulla Tari e altri tributi per varie categorie e altre erogazioni a supporto della comunità”.

    “A queste – ha detto ancora – si aggiunge la convenzione con il Microcredito di Solidarietà con cui il Comune castelnovino ha messo a disposizione 200 mila euro facendosi garante di prestiti erogati a imprese con domicilio fiscale a Castelnuovo Berardenga, residenti con attività imprenditoriali fuori dal Comune e famiglie in difficoltà”.

    “Da segnalare – ha evidenziato il sindaco – anche l’impegno virtuoso del Comune per favorire maggiore liquidità dei fornitori, con una media di 23 giorni di anticipo nei pagamenti rispetto alla scadenza delle fatture, dato certificato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze”.

    “Inoltre – ha aggiunto ancora Nepi – l’avanzo di amministrazione permette al Comune di accantonare circa 400 mila euro per stanziare risorse destinate a sostituire, in caso di necessità, le mancate entrate rispetto al bilancio di previsione 2021. Questo consentirà di mantenere servizi al cittadino senza aumentare le tariffe e di avviare nuove iniziative a sostegno di cittadini e imprese”.

    Investimenti

    Il Covid-19 ha penalizzato il 2020 ma non ha bloccato gli investimenti, pari a circa 4,5 milioni di euro con interventi già conclusi, in corso o in partenza entro le prossime settimane.

    Il programma delle opere pubbliche inserite nell’esercizio finanziario 2020 comprende i lavori di riqualificazione della scuola secondaria di primo grado “G. Papini” e della scuola primaria “I. Calvino” di Pianella, l’ammodernamento interno del palazzo comunale, la nuova segnaletica turistica dedicata alla mobilità dolce, gli interventi di sicurezza stradale in via Garibaldi e Vicolo dell’Arco.

    La sistemazione della palestra comunale “S. Stopponi” e del campo sportivo “A. Franchi”, la rotatoria in via delle Crete Senesi, il parco di fronte alla Rsa, il Parco della Rimembranza, la messa in sicurezza del ponte sulla Scheggiolla e a Quercegrossa e gli interventi sulla viabilità di Cignano.

    Il rendiconto relativo all’esercizio finanziario 2020 è stato approvato con il voto favorevole del gruppo consiliare Scelgo Castelnuovo, il voto contrario dei gruppi Centrodestra per Castelnuovo, Potere al Popolo e del consigliere Nicola Ruffoli (Gruppo Misto) e l’astensione del consigliere Marcello Mazzarella (Gruppo Misto).

    Altri punti

    Il consiglio comunale ha approvato la mozione presentata dai gruppi consiliari “Potere al popolo” e “Scelgo Castelnuovo” sulla salvaguardia del territorio comunale dall’uso di diserbanti chimici e sostanze tossiche negli interventi di controllo delle erbe infestanti.

    La mozione impegna l’amministrazione comunale di Castelnuovo Berardenga a farsi promotore di azioni congiunte con gli altri comuni del Biodistretto del Chianti (Castellina in Chianti, Radda in Chianti, Gaiole in Chianti, Greve in Chianti, Barberino Tavarnelle e San Casciano) per limitare l’utilizzo di diserbanti chimici, promuovere una corretta informazione sulle normative in materia e coinvolgere le aziende interessate nello sviluppo di una crescente produzione biologica con l’obiettivo comune e condiviso di tutelare l’ambiente e il territorio.

    La mozione è stata approvata con il voto favorevole dei gruppi consiliari Scelgo Castelnuovo, Potere al Popolo e del consigliere Marcello Mazzarella (Gruppo Misto) e l’astensione del gruppo Centrodestra per Castelnuovo e del consigliere Nicola Ruffoli (Gruppo Misto).

    Nel corso del consiglio comunale, inoltre, la giunta ha risposto a due interpellanze dedicate al ponte stradale sul torrente Scheggiolla, a Ponte a Bozzone, e al cronoprogramma dei lavori per la riqualificazione della scuola secondaria di primo grado “G. Papini”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua