spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Castelnuovo Berardenga: giovedì l’inaugurazione del nuovo Parco della Rimembranza

    Alle ore 18 taglio del nastro per i lavori di riqualificazione del Parco e il restauro del Monumento ai Caduti

    CASTELNUOVO BERARDENGA – Saranno inaugurati giovedì 9 giugno i lavori che hanno portato alla riqualificazione del Parco della Rimembranza di Castelnuovo Berardenga e al restauro del Monumento ai Caduti.

    L’appuntamento è in programma alle ore 18, alla presenza delle autorità locali e dei rappresentanti della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Siena, Grosseto e Arezzo, che ha collaborato con l’amministrazione comunale per il recupero del monumento.

    Il nuovo volto del Parco della Rimembranza, spazio verde e luogo di memoria storica nel cuore di Castelnuovo Berardenga, ha contato su un investimento di circa 85 mila euro, con risorse proprie del Comune.

    L’intervento ha visto il ripristino della pavimentazione in ghiaia e dei camminamenti in porfido, il recupero delle sedute in legno e pietra, la sistemazione delle parti di marciapiede deteriorate, il completamento dei percorsi interni con inserimento di delimitazioni in legno, essenze vegetali, l’adeguamento dei punti luce e l’inserimento di nuovi arredi urbani, fra cui i cestini.

    La riqualificazione del Parco della Rimembranza è arricchita dal restauro del Monumento ai Caduti, reso possibile dalla collaborazione e dal supporto economico della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Siena, Grosseto e Arezzo.

    L’intervento ha permesso di ripulire il monumento e di valorizzarne il significato per la storia e la memoria locale.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...