spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Castelnuovo Berardenga: modifiche provvisorie alla viabilità nel centro storico

    Variazioni in vigore domani, martedì 6 luglio, per Italia-Spagna e da venerdì 9 luglio a domenica 19 settembre per una migliore vivibilità pedonale

    CASTELNUOVO BERARDENGA – Domani, martedì 6 luglio, in occasione della partita di calcio Italia-Spagna valida per le semifinali del campionato Europeo e in programma alle ore 21, a Castelnuovo Berardenga sarà istituito il divieto di transito e di sosta in via Roma, dall’intersezione con via Garibaldi all’intersezione con piazza Matteotti, e in piazza Matteotti, dalle ore 18 alle ore 24.

    Da venerdì 9 luglio a domenica 19 settembre, inoltre, nel centro storico castelnovino sarà istituito il divieto di transito e di sosta, dalle ore 19 alle ore 24, ancora in via Roma, dall’intersezione con via Garibaldi all’intersezione con piazza Matteotti, nella stessa piazza Matteotti e in piazza Marconi.

    Le modifiche provvisorie alla viabilità sono state previste, come lo scorso anno, per consentire una migliore vivibilità pedonale degli spazi urbani senza alterare la circolazione all’interno del capoluogo, che sarà garantita da percorsi alternativi.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...