spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 8 Dicembre 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Castelnuovo, passeggiate e visite per scoprire il Chianti fra storia e natura

    Previsti tre appuntamenti. La prima tappa dell'iniziativa è in programma sabato 16 ottobre e sarà dedicata alla Villa di Monaciano. Il calendario e le informazioni di tutti gli eventi

    CASTELNUOVO BERARDENGA – Si intitolano “Chianti tra storia e natura” i tre appuntamenti che uniranno la riscoperta del paesaggio chiantigiano e del patrimonio storico e artistico di Castelnuovo Berardenga con passeggiate e visite guidate.

    La prima tappa è in programma oggi, sabato 16 ottobre, e sarà dedicata alla Villa di Monaciano, con ritrovo alle ore 9 presso il parcheggio della Tenuta Monaciano per un trekking ad anello di circa 8,5 km seguito dalla visita guidata alla Villa. Al termine della visita è prevista una degustazione facoltativa dei prodotti della Tenuta di Monaciano.

    Gli altri appuntamenti con “Chianti tra storia e natura” sono in programma sabato 23 ottobre, con la visita guidata a Villa Brandi e alla Villa di Geggiano, e sabato 30 ottobre con una passeggiata intorno alla Certosa di Pontignano seguita dalla visita guidata della struttura.

    Informazioni. I tre appuntamenti sono promossi da Comune di Castelnuovo Berardenga e Museo del Paesaggio.

    Le passeggiate e le visite guidate sono gratuite e si svolgeranno nel rispetto delle norme anti Covid-19, con obbligo di prenotazione al numero 0577-351337, via WhatsApp al numero 340 5163211 oppure all’indirizzo di posta elettronica museo@comune.castelnuovo.si.it.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...