spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 24 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Fabrizio Nepi è per la terza volta sindaco di Castelnuovo Berardenga. Vince con il 67,24% dei voti

    Distanziatissimi Lorenzo Rosso (13,10%), Nicola Ruffoli (11,62%) e Roberto Montanelli (8,04%). Tutte le liste all'opposizione conquistano comunque almeno un seggio

    CASTELNUOVO BERARDENGA – Una vittoria senza patemi quella di Fabrizio Nepi (Scelgo Castelnuovo – Fabrizio Nepi sindaco) che si candidava alla guida di Castelnuovo Berardenga per la terza volta.

    Una vittoria, in termini percentuali, in linea più con il 2014 che con il 2019, ma si parla comunque di qualche punto percentuale.

    Il dato nudo e crudo dice che Nepi ha raccolto 2.859 voti, per il 67,24% finale (fu 72,61 nel 2019, 68,43% nel 2014).

    Dietro di lui Lorenzo Rosso, candidato sindaco della coalizione di centrodestra Alleanza per Castelnuovo: 557 voti, 13,10%.

    Nicola Ruffoli, che nel centrodestra ha creato una sorta di “costola” con la lista Berardenga al Centro, prende 494 voti, ovvero l’11,62%.

    Infine Potere al Popolo, che come nel 2019 candidava sindaco Roberto Montanelli: che prende una ventina di voti in più rispetto alla tornata precedente, e con 342 preferenze certifica l’8,04%.

    Per una suddivisione di seggi in consiglio comunale che dovrebbe essere la seguente: Scelgo Castelnuovo Berardenga 8 seggi; Alleanza per Castelnuovo 2 seggi; Berardenga al Centro un seggio, così come Potere al Popolo.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...