spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Nido e scuola d’infanzia “Sacra Famiglia” aperti durante le festività natalizie a Castelnuovo Berardenga

    Aperti nei giorni 27, 28, 29, 30 dicembre e 2, 3, 4, 5 gennaio, dalle ore 8.30 alle 16

    CASTELNUOVO BERARDENGA – Da settembre i due servizi 0-6 anni, il nido “Castelnuovo” e la scuola d’infanzia “Sacra Famiglia”, sono gestiti dalla cooperativa sociale Koinè di Arezzo.

    Come annunciato nei mesi scorsi, si sono svolti i lavori di ammodernamento e rivisitazione degli spazi in entrambi i locali di piazza Matteotti 6, fondamentali per lo svolgimento delle proposte educative e per ospitare attività ed eventi configurandosi come un importante punto di riferimento per la comunità.

    L’allestimento del nuovo ambiente ha l’intento di essere propedeutico a un flusso sereno, esperienziale e di vita nell’espressione del pensiero montessoriano, da sempre faro primario nella pedagogia Koinè.

    Il periodo natalizio sta entrando nel vivo e la cooperativa e il Comune di Castelnuovo Berardenga informano le famiglie che non verranno sospese le attività: entrambi i servizi resteranno aperti nei giorni 27, 28, 29, 30 dicembre e 2, 3, 4, 5 gennaio, dalle ore 8.30 alle 16.

    Un sostegno alle famiglie, che già da settembre possono usufruire del pre e post scuola.

    Nel periodo natalizio la scuola è aperta come ludoteca a sostegno delle famiglie del territorio che devono far fronte agli impegni lavorativi anche durante le feste.

    Il progetto di gestione della scuola d’infanzia e del nido tende a coniugare un’elevata qualità educativa e sociale ponendosi in ascolto dei bisogni delle famiglie: anche nel periodo pasquale la ludoteca sarà aperta e d’estate saranno attivi i campi solari.

    Koinè ha piena consapevolezza di quanto tutti i servizi volti all’infanzia, anche quando proposti con formule organizzative come quella di ludoteca, non possano non avere, strettamente legata alla necessità di conciliazione famiglia-lavoro, una fondamentale valenza pedagogica.

    Pertanto, tutte le iniziative affiancate a scuola e nido, come la ludoteca e i campi solari, si svolgeranno secondo l’iter e le modalità che hanno luogo da settembre nei due servizi.

    La cooperativa Koinè, nata nel 1993, svolge servizi di interesse pubblico: anziani, infanzia e disabili. Collabora con le istituzioni nella logica che la sussidiarietà sia oggi uno dei motori dell’innovazione del welfare.

    “Crediamo che questo sia il primo passo per un nuovo servizio a cui teniamo tantissimo – spiega Grazia Faltoni, direttrice dei servizi Koinè – Koinè da ormai più di 25 anni si occupa di infanzia e il rapporto con i bambini e le famiglie è sempre stato al primo posto. Crediamo che la collaborazione con il Comune di Castelnuovo posso solo giovare a questi servizi”.

    “La collaborazione con la cooperativa sociale Koinè è il primo passo di un percorso di accreditamento per aumentare e migliorare i servizi sul territorio – dice Fabrizio Nepi, sindaco del Comune di Castelnuovo Berardenga – Il periodo natalizio e le sue festività possono essere motivo di preoccupazione e difficile gestione per bambini i cui genitori sono al lavoro. Per questo, abbiamo pensato a questa opportunità e speriamo che le famiglie colgano e apprezzino”.

    Per tutte le informazioni e le iscrizioni al nido o alla scuola d’infanzia, è possibile contattare il numero 0577355043, i coordinatori Vanessa Della Ciana 3666115762 e Pietro Lupi 3351402054 oppure scrivere a infanzia-castelnuovoberardenga@koine.org.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...