spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 3 Luglio 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “San Lorentino a Bossi, pulizia del bosco e grigliata di salsicce”

    Iniziativa andata in scena ieri, domenica 5 giugno, organizzata dal Gruppo Escursionisti Berardenga: tutte le immagini

    SAN LORENTINO A BOSSI (CASTELNUOVO BERARDENGA) – Riceviamo e pubblichiamo il racconto degli esiti dell’iniziativa andata in scena ieri, domenica 5 giugno, la passeggiata ecologica presso la chiesa di San Lorentino a Bossi.

    Organizzata, in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, dal Gruppo Escursionisti Berardenga con il patrocinio del Comune di Castelnuovo Berardenga e in collaborazione con Legambiente.

    San Lorentino, pulizia del bosco e grigliata

    Un territorio, quello della Berardenga, che definire spendido per bellezza, rotondità paesaggistica e ricchezza di strutture di rilievo storico e architettonico, è dir poco.

    Il confine fisico fra il Chianti, con l’armonia di colline coperte di vigne, olivete, boschi di lecci maestosi, ville e casali, e le Crete Senesi, di un’armonia umile di vegetazione e di rotondi sguardi infiniti.

    Una giornata che ha lasciato dietro di sé la meritoria pulizia dei boschi circostanti la piccola chiesa di San Lorentino a Bossi.

    La pulizia da uno strato considerevole di foglie di leccio dalla vecchia pista da ballo dove è stato apparecchiato.

    La pulizia interna della chiesa ed esterna da erbacce, arbusti e vari rifiuti del degenere umano.

    In mezzo, la spiegazione storica della chiesa, condotta da par suo da Fosco Vivi.

    Buon ultimo il ristoro a base di insalata di riso, salsicce e rosso delle vigne del territorio, belle crostate.

    E l’occhio attento di ognuno nel non lasciare nessuna traccia in terra, se non l’impronta delle scarpe, del proprio passaggio.

    Andrea Pagliantini

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...