spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 15 Aprile 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il Chianti fiorentino per i terremotati: a tavola da Tavarnuzze a Montefiridolfi

    Si moltiplicano le iniziative a sostegno: come quella del Bar "La Tavernuzze" e del circolo Acli di Montefiridolfi

    CHIANTI FIORENTINO – Continuano a partire, in maniera esponenziale, anche nel Chianti fiorentino le iniziative a sostegno di chi ha perso tutto nel terribile sisma del 24 agosto scorso.

     

    Iniaziative di raccolta fondi (per adesso infatti non c'è bisogno di viveri, vestiti o altri generi), che spesso si sviluppano attorno… a una tavola.

     

    Ed ecco che il Bar "Le Tavernuzze", a Tavarnuzze lungo la via Cassia, ha aderito all'iniziativa nazionale "Un'Amatriciana per Amatrice".

     

    "Per ogni piatto di pasta all'Amatriciana – ci spiegano i titolari – devolveremo due euro alle persone colpite dal terremoto. Uno lo mettiamo noi, uno il cliente".

     

    Si muove anche il circolo Acli di Montefiridolfi, che dopo la pausa estiva sabato 3 settembre riparte con l'attività (molto apprezzata) della pizzeria.

     

    E proprio l'intero incasso della serata di riapertura sarà destinato alle persone colpite dal sisma: un motivo in più per mangiarsi una buona pizza nel circolino… di "Monte".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...