spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 6 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Resta critica la situazione di quello della Greve: rimane l’allerta, meteo in peggioramento

    CHIANTI FIORENTINO – Quasi beffardamente è tornato a splendere il sole su ampie zone della Toscanacentrale, ma la tregua momentanea delle prime ore del pomeriggio non ferma tecnici e operatori del Consorzio di Bonifica della Toscana Centrale, che stanno continuando  a seguire l’evolversi della situazione con telefonate, sopralluoghi e interventi d’urgenza.

     

    Queste le criticità maggiori registrate nelle ultime ore.

     

    Greve: rientrata la criticità nell’abitato di Greve in Chianti, dove le acque del versante di campagna, materiale sollevato dal vento e trasportato in alveo a fare da ostruzione degli affluenti minori e il livello alto della Greve avevano fatto ristagnare l’acqua in via di Colognolo e via Pastore.

     

    Resta molto preoccupante la discesa del torrente Greve, che ha esondato in diversi punti a valle del capoluogo e in particolare nei pressi delle località Gabbiano e Ferrone. Tutte le casse di espansione sono entrate in funzione regolarmente, salvo la cassa di espansione di Calcinaia in località Citille dove i resti di una lavorazione forestale privata hanno temporaneamente ostruito lo sfioratore impedendo all’acqua di entrare pienamente anche nel secondo settore.

     

    Tecnici del Consorzio sono in questo momento con i sindaci di Impruneta e Greve in Chianti per sopralluoghi congiunti sulle aree interessate.

     

    Elsa: segnalata una rottura arginale a valle dell’immissione dell’Agliena a Certaldo a causa dell’inadeguatezza delle strutture arginali. Le acque al momento stanno interessando una zona depressa e non abitata, mentre fortunatamente i livelli dell’Elsa, che avevano toccato picchi assolutamente rilevanti, stanno discendendo nuovamente. Tecnici consortili e Protezione Civile sono sul posto.

     

    Bacino dell'Ema: un intervento d’urgenza del Consorzio su segnalazione degli uffici comunali di Bagno a Ripoli sta eliminando un tronco di grosse dimensioni caduto nell’alveo del Borro di Ritortoli.

     

    Ha ceduto invece la sponda sul Borro delle Serre, nei pressi di Ponte a Niccheri senza però causare disagi: il Consorzio interverrà nei prossimi giorni secondo l’ordine delle priorità.

     

    Bacino della Pesa: ancora complicata la situazione a Ginestra Fiorentina, dove i ristagni di pioggia e i livelli del Borro Ringuillo hanno determinato l’allagamento anche della piazzetta dove si svolge il mercato. Erosioni non troppo preoccupanti si registrano anche sul Torrente Turbone, nel comune di Montelupo.

     

    Piana Empolese: qualche complicazione tecnica sta rallentando il ripristino della rottura arginale sul Torrente Piovola.

     

    Per le prossime ore non rientra comunque l’allerta meteo e dunque continuerà l’azione di monitoraggio e di coordinamento con le autorità locali da parte del Consorzio.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...