spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 10 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Bagno a Ripoli, Impruneta: in arrivo gli avvisi di pagamento Tari per il saldo 2022. Ritardi: le info di Alia

    "Gli avvisi riportano la scadenza del 02-12-2022. Non sono previste sanzioni ed interessi per i pagamenti effettuati entro 15 giorni dalla data. In caso di mancato recapito al 15 dicembre..."

    CHIANTI FIORENTINO –  Nei comuni di Fiesole, Bagno a Ripoli, Impruneta e Scandicci sono in consegna gli avvisi di pagamento relativi alla Tari 2022, con scadenza dell’ultima rata del pagamento per l’anno in corso.

    “Gli avvisi – spiega Alia – riportano la scadenza del 02.12.2022. Si precisa che, qualora l’avviso venga recapitato in ritardo dal servizio postale, è possibile effettuare il pagamento entro 15 giorni dalla data di scadenza, senza l’applicazione di sanzioni e interessi”.

    “Qualora gli utenti dei comuni di Fiesole, Bagno a Ripoli, Impruneta e Scandicci non ricevano la comunicazione entro il prossimo 15 dicembre – spiega ancora Alia – possono procedere con il pagamento”.

    “Come? “Scaricando copia autonomamente – risponde Alia – attraverso lo sportello digitale www.digitari.it, che permette di visualizzare e stampare copia degli avvisi emessi”.

    “Per accedere allo sportello digitale – spiega ancora – è necessario utilizzare il proprio codice cliente, riportato nella bolletta di acconto già ricevuta”.

    È, inoltre, possibile richiedere copia dell’avviso anche attraverso il Call Center di Alia, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 19.30, il sabato dalle ore 8.30 alle ore 14.30.

    Ai numeri 800888333 (da rete fissa, gratuito), 199105105 (da rete mobile, a pagamento, secondo i piani tariffari del proprio gestore) oppure 05711969333 (da rete fissa e rete mobile).

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua