mercoledì 8 Luglio 2020
Altre aree

    Buoni-spesa Coronavirus: ecco quanto riceveranno i “nostri” Comuni

    Da 135.539 euro di Bagno a Ripoli agli 8.206 di Radda in Chianti: il dettaglio comune per comune

    CHIANTI FIORENTINO E SENESE – Il Governo italiano ha stanziato 400 milioni di euro da far arrivare ai Comuni, e da distribuire alle famiglie e alle persone che, in questa fase di epidemia da Coronavirus, sono in difficoltà per fare la spesa.

     

    Qui sotto trovate lo stanziamento (fonte Repubblica.it) previsto nei comuni (nove fra Chianti fiorentino e senese) seguiti dal Gazzettino del Chianti

     

    Saranno le amministrazioni comunali, sentiti i servizi sociali e in collegamento con le associazioni del terzo settore che abitualmente si occupano di seguire casi di persone e famiglie in difficoltà, a suddividere i fondi, distribuendo buoni spesa o, direttamente, generi alimentari.

     

    # BAGNO A RIPOLI 135.539,79 euro
     

    # BARBERINO TAVARNELLE 64.281,46 euro

     

    # GREVE IN CHIANTI 76.752,75 euro

     

    # IMPRUNETA 77.630,80 euro

     

    # SAN CASCIANO 90.969,54 euro

     

    # CASTELLINA IN CHIANTI 14.918,60 euro

     

    # CASTELNUOVO BERARDENGA 48.307,85 euro

     

    # GAIOLE IN CHIANTI 16.007,92 euro

     

    # RADDA IN CHIANTI 8.206,82 euro

    di MATTEO PUCCI

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...