spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 2 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Scatta lo stato d’emergenza: in caso di problemi contattare il numero 800-801616

    Oggi torna il caldo da "codice rosso": l’ondata di calore non accenna infatti a diminuire e dopo l’attenzione e l’allarme, oggi scatterà lo stato di emergenza (previsto dopo tre giorni di temperature elevate consecutive). Il termometro si dovrebbe attestare sui 38 gradi. E si registrerà anche disagio dal caldo notturno.

     

    Le alte temperature dovrebbe continuare almeno fino a domenica, poi secondo le previsioni del Lamma, il termometro scenderà tornando nelle medie del periodo.

     

    Tornando al caldo di oggi e domani, la Protezione civile e servizi sociali sono in allerta. Si confermano
    le regole per proteggersi dalla calura, rivolte soprattutto ai bambini, agli anziani e alle persone con patologie particolari: evitare di uscire o di fare attività fisica all'aria aperta nelle ore più calde della giornata; non rimanere sotto il sole a lungo; fare una colazione abbondante e pasti leggeri; bere più acqua e mangiare molta frutta e verdura; utilizzare vestiti chiari e leggeri.

     

    In caso di necessità è a disposizione il numero verde dell'aiuto anziani 800-801616.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...