spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 2 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Cacciatori: tutti i dettagli e la possibilità di scaricarlo dal web

    CHIANTI FIORENTINO – E’ stato approvato dalla giunta provinciale il Calendario venatorio per la stagione 2013/2014 (clicca qui per scaricarlo).

     

    Il Calendario è stato elaborato tenendo conto del contesto dettato dalle modifiche, rispetto agli anni precedenti, della normativa regionale in materia, apportate in seguito ad una sentenza della Corte Costituzionale. Esse hanno generato nel calendario venatorio regionale cambiamenti sia per i tempi di prelievo delle varie specie che per i carnieri annuali.

     

    Le Province hanno però sostanzialmente mantenuto le stesse competenze degli anni passati, che riguardano in particolare la fissazione dei periodi per la caccia al cinghiale, le modalità di caccia alla beccaccia, l’uso dei cani e la caccia vagante nel mese di gennaio, l’uso dei cani da seguita. In tutti questi casi la Provincia ha mantenuto le stesse regole fissate negli anni passati, salvo il rispristino dei giorni fissi di mercoledì, sabato e domenica per la caccia al cinghiale nelle aree non vocate.

     

    “E’ doveroso ringraziare – afferma l’Assessore all’Ambiente, Difesa del Suolo, Caccia e Pesca della Provincia di Firenze Renzo Crescioli – le associazioni, sia agricole che ambientaliste, il mondo venatorio e gli ATC per il contributo che hanno dato in sede di concertazione e comunque per l’impegno quotidiano per una corretta gestione della fauna”.

     

    Nella stessa occasione la giunta ha approvato un provvedimento che, rispetto a quanto previsto dalla legge regionale, restringe il periodo e gli orari in cui è possibile addestrare ed allenare i cani da caccia.

     

    Al fine tutelare il prioritario obiettivo di salvaguardare la selvaggina giovane, in fase di sviluppo e di dipendenza nel mese di agosto, ed anche in considerazione del fatto che l’attività di addestramento cani in concomitanza con la situazione climatica di agosto può risultare un fattore di stress fisico per la selvaggina soprattutto quando protratta per molte ore, la giunta ha deciso di ridurre, nel territorio a caccia programmata della Provincia di Firenze, il periodo per l’allenamento e l’addestramento dei cani da caccia, consentendolo dal 25 agosto al 12 settembre 2013 compresi, ad eccezione delle ZPS per le quali sono previste disposizioni regionali più restrittive; nonchè di ridurre gli orari dell’allenamento ed addestramento cani in tutto il territorio a caccia programmata, compreso quello incluso nelle ZPS, consentendoli dal sorgere del sole alle 10 e dalle 17 alle 19.
     

    “Si tratta – spiega l’assessore Crescioli – di un provvedimento finalizzato a minimizzare il disturbo alla fauna selvatica, che adottiamo anche venendo incontro ai pareri di ISPRA ed alle richieste dei rappresentanti delle maggiori associazioni agricole, ambientaliste ed anche venatorie”.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...