spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sabato 26 e domenica 27 ottobre due serate davvero speciali a Montecorboli

    CHIANTI FIORENTINO – Un viaggio tra i saperi e i sapori del Chianti, guidati da sua maestà il vino.

     

    Per il secondo fine settimana di “Chianti d’Autunno”, l’ottava edizione della kermesse dedicata al vivere in campagna in programma fino al 1 dicembre, si moltiplicano le proposte culturali ed enogastronomiche che mirano a mettere in primo piano uno dei prodotti principe delle colline chiantigiane: il vino.

     

    A Barberino Val d’Elsa domani e domenica 27 ottobre dalle 21 alle 23 l’Osservatorio astronomico del Chianti fiorentino apre le porte al pubblico per una carrellata di emozioni in bilico tra terra e cielo.

     

    “Stelle d’autunno” abbina degustazioni di vino, curate da alcune aziende del territorio, ad osservazioni guidate della volta celeste. Il costo di ingresso è di 3 euro. L'acquisto del calice per la degustazione ha un costo di 5 euro. Info: www.osservatoriodelchianti.it.

     

    "Chianti d'Autunno" fa tappa anche a San Casciano. Domani, sabato 26, protagonisti gli artigiani del territorio con “Sapori del Chianti a regola d’arte”, iniziativa promossa dal Comune in collaborazione con Cna Chianti.

     

    Al museo di via Lucardesi dalle 16 alle 18 si terrà una visita guidata straordinaria sul tema “come nasce un'opera d'arte: scopriamolo con gli artigiani di San Casciano”. Seguirà alle 18 una degustazione di vino e prodotti tipici. Prenotazioni: Museo di San Casciano 055 8256385.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...