giovedì 16 Luglio 2020
Altre aree

    Chianti Economic Forum e l’emergenza-Covid: “Come ricostruire l’economia del Chianti?”

    "Una grande sfida davanti da affrontare insieme.  Capire i cambiamenti che influenzeranno le diverse filiere è il primo passo"

    CHIANTI FIORENTINO – Una sezione specifica sul sito web del Chianti Economic Forum, dedicata all’emergenza causata dalla pandemia da Covid-19.

    “In questo periodo caratterizzato da grande incertezza economica e sociale per il nostro Paese – scrivono dallo staff di CEF – c’è indubbiamente bisogno di farsi forza l’un l’altro e rafforzare la nostra collaborazione per tutelare il benessere socio-economico del nostro territorio. Con questo messaggio vogliamo esprimere il nostro supporto e la nostra volontà di collaborazione a tutti quegli imprenditori e lavoratori del Chianti che si trovano ad affrontare una sfida sconosciuta che minaccia sia la nostra salute che la nostra produttività”.

    “La priorità – anticipano – è sicuramente quella di contenere il contagio, proteggere le nostre famiglie, tutti i dipendenti e i collaboratori su cui si basano le attività produttive del nostro territorio. Poi, dobbiamo capire come affrontare questa crisi per poter ripartire nelle prossime settimane con un rinnovato slancio”.

    “La questione su cui vorremmo concentrare l’attenzione – proseguono – non è soltanto l’emergenza diqueste settimane di lockdown semi-totale, quanto quello che seguirà. Abbiamo una grande sfida davanti da affrontare insieme.  Capire quali sono i cambiamenti che influenzeranno le diverse filiere è il primo passo per essere poi capaci di adattare i processi e i prodotti della nostra economia. Al di là dell’emergenza, come ricostruire l’economia del Chianti?”.

    “L’associazione Chianti Economic Forum – ricordano – nasce proprio per facilitare la riflessione e le collaborazioni su tematiche inter-settoriali tra i diversi attori dell’economia locale, pubblici e privati. Oggi, riteniamo ancor più necessario collaborare per far fronte agli effetti che questa calamità avrà sul tessuto economico del nostro territorio, già fragile per le tante debolezze del nostro sistema-Paese”.

    “Crediamo che oggi – asseriscono – sia fondamentale dare, a chi fa impresa e formazione, la migliore assistenza possibile, ma per far questo abbiamo bisogno, adesso più che mai, di tutti voi. Abbiamo la necessità di conoscere le vostre storie e le vostre necessità in questa emergenza. Vogliamo capire direttamente da voi come avete reagito e come deciderete di riprogrammare la vostra attività e le vostre priorità economiche e formative”.  

    “Se volete condividere la vostra esperienza con noi – invitano – o suggerire idee o richiedere collaborazioni potete lasciare un breve messaggio nel formulario sul sito. Vi ricontatteremo a breve, appena sarà passata la fase più grave dell’emergenza”.

    Fra gli obiettivi ci sono:

    • Webinar con esperti per comprendere il futuro dei vari settori

    • Campagna web per promuovere soluzioni ed innovazioni utili durante la crisi  

    • Approfondimenti informativi su export e nuovi mercati 

    • Incontri formativi specifici su temi utili al vostro settore o nuove pratiche digitali

    • Riflessione sui contenuti del Forum annuale

    “Nel frattempo – dicono ancora – sulle pagine del nostro sito www.chiantieconomicforum.org e attraverso i nostri canali FaceBook Linkedin cercheremo di tenervi informati sia sulle le opportunità che potrebbero essere di aiuto per superare questa grave emergenza, sia sugli spunti di riflessione utili per capire i cambiamenti che questa pandemia causerà nei diversi comparti industriali”.  

    “Sarà difficile ripartire – coincludono – ma siamo sicuri che ci riusciremo. Ogni crisi rappresenta, per alcune imprese, il rischio di estinzione, per altre, una grande opportunità di rilancio. E’ dovere nostro e di tutti cercare di fare in modo che nel nostro Chianti sia la seconda possibilità a prevalere.  Nel frattempo, vi auguriamo di poter ripartire in quello che fino ad oggi è stata la normalità: fare buona impresa. A presto e buon lavoro, oggi più che mai”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...