spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 20 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Ci sono due oggetti fermi in cielo da oltre un’ora”: ma è il “bacio” fra Venere e Giove visibile a occhio nudo

    Visibili nel cielo come punti luminosi, facilmente distinguibili dalle stelle anche per i non esperti: e voi li avete fotografati?

    CHIANTI FIORENTINO – Da quando è calato il buio sono state molte le segnalazioni arrivate in redazione, relative a due “oggetti” fermi in cielo.

    Nessun mistero. Si tratta di un fenomeno che era annunciato, atteso e, perché no, anche “romantico”.

    Stiamo parlando del “bacio” fra Venere e Giove, che oggi era annunciato ben visibile anche a occhio nudo.

    “I due pianeti – informava ieri il sito specializzato aerospacecue.it – saranno visibili nel cielo come punti luminosi, e questa volta saranno facilmente distinguibili dalle stelle anche per i non esperti”. 

    “Tra gli eventi astronomici previsti per il 2023 – precisava – la congiunzione tra Giove e Venere è fra quelli più attesi. Si tratta di un evento in cui due o più oggetti celesti sembrano vicini se osservati dalla Terra. Una congiunzione può avvenire tra pianeti, tra stelle o tra stelle e pianeti”.

    “La NASA inoltre – proseguivano – ha comunicato che mentre è in corso la congiunzione tra Venere e Giove, la Luna crescente si trova vicino a Giove, mentre Venere è sotto di loro”. 

    “Ci sarà quindi – sottolineavano – un bellissimo spettacolo di congiunzione tra i due pianeti e la luna, da non perdere”.

    “Dopo il 3 marzo – concludevano – la posizione dei pianeti sarà invertita, quindi Venere si troverà al di sopra di Giove”.

    Quello che vedete nella foto in alto è il “bacio” visto da San Casciano.

    Se lo avete fotografato anche voi, inviateci le vostre foto a redazione@gazzettinodelchianti.it o via Whatsapp al 3391552376

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...