spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 19 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Contest del Gusto” de La Nazione e Cna, molti locali chiantigiani al top

    Fra tutti svetta, da San Casciano, la Gelateria I Pini. Ma ecco tutti quelli inseriti nella classifica finale

    CHIANTI FIORENTINO – Più che buona la performance centrata dall'area Chianti fiorentino nel contest "Gusto Toscano", realizzato da La Nazione con CNA per valorizzare le imprese artigiane del comparto enogastronomico.

     

    Nella parte alta della classifica svetta la Gelateria I Pini di San Casciano (22° posto su 143, nella foto in alto alla premiazione), famosa per aggiungere originalità alle ricette tradizionali. Un esempio? Il gelato alla noce di Sorrento rivisitato in una veste più toscana, dove la noce viene lavorata con il fico.

     

    Seguono Il semaforo Rosso di Bagno a Ripoli, la Gelateria Pimpina di Cerbaia, Cono Firenze di Bagno a Ripoli, il Frantoio del Colle dell’Antella, la Fattoria Il Cantuccio di Tavarnelle, la Bottega dei sapori di San Casciano, Olio Giachi di San Casciano, Lo Spela di Greve in Chianti e Salotto del Frantoio di Panzano.

     

    Hanno partecipato alla cerimonia di premiazione, martedì scorso nell’Auditorium Attilio Monti de La Nazione, Stefania Matteuzzi per Gelateria I Pini e Francesca De Martino e Andrea Fiaschi per Il Semaforo rosso (in foto sotto).

     

    di REDAZIONE

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...