spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 3 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Nel Chianti fiorentino tutti nella lista di quelli colpiti ad eccezione di Tavarnelle

    Ammontano a circa 90 milioni di euro i danni provocati dall’ultima ondata di maltempo in Toscana che ha interessato 148 comuni toscani, soprattutto a causa di frane, nei territori di Arezzo, Firenze, Prato, Lucca, Pistoia, Pisa, Livorno e Massa e Carrara.

     

    Sono queste le stime che stanno alla base della delibera approvata oggi dalla Giunta toscana che individua tutti i Comuni che hanno subito danni.

     

    Per quanto riguarda il Chianti fiorentino, tutti i "nostri comuni" risultato compresi nella lista dei danneggiati (in foto una frana nel territorio di San Casciano) tranne Tavarnelle.
     

    ”Con il nostro ricorso alla Corte costituzionale – ha detto il presidente Enrico Rossi – abbiamo voluto affermare il principio che per le emergenze deve intervenire lo Stato”. Per questo, ha ricordato ancora, ”noi interveniamo in caso di fatti gravi solo con investimenti che innalzano il livello di sicurezza del territorio. Non interveniamo più in maniera massiccia per le emergenze, anche perché con due episodi di maltempo il bilancio regionale salterebbe”.
     

    La Regione, da parte sua, interviene in caso di fatti gravi con investimenti che innalzano il livello di sicurezza del territorio come la realizzazione di casse di espansione. A settembre, ad esempio, partiranno i lavori per la cassa di espansione della Querciola, nel pistoiese.
     

    Non sono ancora arrivati invece i 110 milioni di euro destinati ai danni da maltempo dello scorso autunno contenuti in un apposito decreto firmato da Monti. Per questo motivo il presidente Rossi ha ribadito che si attiverà con il Governo e i parlamentari toscani perché la situazione si sblocchi.

     

    Elenco dei Comuni in provincia di Firenze che hanno subito danni dal maltempo: Certaldo, Pontassieve, Reggello, San Casciano Val di Pesa, San Godenzo, Figline, Greve in Chianti, Montespertoli, Castelfiorentino, Montaione, Vinci, Capraia e Limite, Vicchio, Cerreto Guidi, Palazzuolo sul Senio, Londa, Firenzuola, Impruneta, Dicomano, Barberino del Mugello, Barberino Val d’Elsa, Incisa Valdarno, Rignano sull'Arno, Scandicci, Bagno a Ripoli, Borgo San Lorenzo, Campi Bisenzio, Marradi, Pelago, Sesto Fiorentino.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua