spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Chiudono i circoli Arci in tutta Italia: porte chiuse anche nel nostro territorio

    Anche le case del popolo chiantigiane si adeguano: "Troveremo il modo di consegnare messaggi contro la paura"

    CHIANTI FIORENTINO – "Considerata la pubblicazione del DPCM 9 marzo 2020 relativo alle Misure per il contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del virus COVID-19, che estende a tutta Italia le misure preventive adottate due giorni fa per Lombardia e alcune province del nord, al fine di garantire un comportamento corretto – come dall’articolo 1 comma S del DPCM 8 marzo 2020 e dopo l'invito da parte di Arci nazionale e Arci Firenze a sospendere le attività, non rimane che adottare il suddetto provvedimento straordinario cioè la chiusura totale".

     

    Una dichiarazione che vale per molte delle case del popolo del nostro territorio: dall'Antella a San Casciano, a Cerbaia che aveva anticipato la decisione, fino all'Impruneta.

     

    Rimarranno aperti i servizi-bar dove ci sono gestioni: a Tavarnuzze (per adesso) e a Greve in Chianti, dove è anche aperto il ristorante-pizzeria (a pranzo ovviamente).

     

    A Grassina il bar non è in gestione esterna, ma per adesso si proverà a tenere aperto dalle 8 alle 12.

     

     

    Dalle 18 di oggi (martedì 10 marzo) tutte le attività rimarranno chiuse almeno fino al 3 aprile. Per 4.500 circoli in tutta Italia.

     

    "Mai come oggi – dicono dall'Arci – l'Italia si è trovata in questa situazione drammatica. La nostra funzione è quella di una grande associazione del civismo e della solidarietà e rimane importantissimo, soprattutto in questa fase, continuare a svolgerla. Troveremo modalità diverse, innovative, per consegnare messaggi che sconfiggano la paura, che riescano ad immaginare la fine di questa sorta di “incubo” in cui siamo proiettati, lo faremo attraverso la diffusione di un messaggio di coesione e solidarietà in una situazione mai vissuta dal nostro Paese".

     

    I volontari delle case del popolo, siamo sicuri, si uniranno ai tanti che nei prossimi giorni supporteranno le amministrazioni comunali in un percorso di costante vicinanza ai cittadini.

    di REDAZIONE

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...