domenica 29 Novembre 2020
Altre aree

    Enel, fra oggi e venerdì si chiudono due importanti lavori, a San Casciano e Impruneta

    Oggi a San Casciano si conclude il potenziamento della cabina in Borgo Sarchiani; venerdì a Impruneta restyling tecnologico sulla dorsale "Tavarnuzze"

    SAN CASCIANO-IMPRUNETA – Prosegue il percorso di E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione, per il potenziamento del sistema elettrico territoriale del Chianti fiorentino e della Val di Pesa.

    Oggi (mercoledì 28 ottobre) l’azienda elettrica concluderà i lavori cominciati a inizio ottobre per il potenziamento della cabina denominata “Borgo Sarchiani” nel centro storico di San Casciano.

    Mentre venerdì 30 ottobre i tecnici di E-Distribuzione effettueranno un intervento di restyling tecnologico lungo la dorsale elettrica di media tensione “Tavarnuzze” nel tratto di Riboia, Baruffi e Le Rose nel perimetro comunale di Impruneta.

    Nel dettaglio, a San Casciano l’impianto “Borgo Sarchiani” sarà completamente automatizzato con apparecchiature di innovazione tecnologica che consentiranno di telegestire un’ampia porzione di rete elettrica, garantendo una migliore qualità del servizio elettrico in situazioni ordinarie e tempi di rialimentazione più brevi in caso di disservizio, grazie alla selezione e all’isolamento immediato dell’eventuale tratto di rete danneggiato.

    Le operazioni devono svolgersi in orario giornaliero perragioni di sicurezza e richiedono un’interruzione temporanea del servizioche E-Distribuzione ha programmato per domani, mercoledì 28 ottobre, a partire dalle ore 13.15 con conclusione nel pomeriggio.

    Grazie a bypass da linee di riserva, l’azienda circoscriverà l’area del “fuori servizio” a un gruppo ristretto di utenze di Borgo Sarchiani, via Borromeo, via Casacce e via Pellizzari.

    Venerdì all’Impruneta, invece, le squadre operative dell’azienda elettrica sostituiranno un palo con un nuovo sostegno, di ultima generazione e più resistente, ed installeranno elementi di protezione ed ottimizzazione tecnologica lungo la linea “Tavarnuzze” nel tratto che fornisce alimentazione alle località di Riboia, Baruffi e Le Rose.

    Anche in questo caso sarà necessaria un’interruzione temporanea del servizio elettrico, venerdì 30 ottobre, a partire dalle 9 fino alle 15.30 per poche utenze delle aree citate.

    I clienti sono informati anche attraverso affissioni, con il dettaglio dei numeri civici coinvolti, nelle zone interessate.

    L’azienda raccomanda di non utilizzare gli ascensori per la durata dei lavori e contando sull’assenza di elettricità: la corrente potrebbe essere riallacciata momentaneamente per prove tecniche. In caso di maltempo, i lavori potrebbero essere rinviati.

    E-Distribuzione ricorda anche che per segnalazioni e guasti è utile contattare il numero 803500, indicando il codice POD (nel formato IT001E…) della propria utenza riportato nella bolletta elettrica.

    Inoltre, è possibile ricevere informazioni anche sui canali social Facebook e Twitter di E-Distribuzione nonché sul sito web www.e-distribuzione.it dove, nella sezione “interruzione di corrente”, è a disposizione la “mappa delle disalimentazioni” che fornisce dati in tempo reale sullo stato della rete elettrica.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...