spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    La prima performance “pubblica” dell’artista che realizza dipinti con il vino

    Debutto al Forte Belvedere per la pittrice fiorentina Elisabetta Rogai: lunedì 29 luglio l’artista fiorentina (diventata famosa in tutto il mondo per l’intuizione di dipingere usando il vino rosso al posto dei colori) si esibirà nella location “top” dell’estate fiorentina in una performance live di EnoArte©, la tecnica artistica che consente ai quadri di invecchiare, cambiando letteralmente colore col passare del tempo.
     

    Sulla terrazza del fortilizio, a partire dalle 19 la pittrice realizzerà in diretta un dipinto davanti a una platea di circa 200 invitati d’eccezione. Per Elisabetta Rogai si tratta dell’ultima performance live italiana prima di iniziare un tour che la porterà in giro per il mondo a presentare i suoi dipinti e la sua tecnica: prima in Grecia (agosto), poi in Serbia (settembre), in Venezuela (ottobre) e infine in Asia, dove già sono presenti 17 sue opere.
     

    Organizzata in collaborazione con ChiantiBanca e Once Events, la serata al Forte sarà anche l'occasione per una serie di connubi… di gusto: in degustazione per gli ospiti ci saranno i pecorini di Paolo Piacenti (la cui etichetta è ricavata da alcune opere di Elisabetta Rogai), le mozzarelle e i latticini Obikà, i vini (rossi e rosati) dell’azienda “I Balzini” e lo spumante rosé delle Filigare.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...