spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    FOTO / Autopalio, aperto il cantiere sul viadotto Falciani. Ecco come è (anche) visto da sotto

    Anche sul viadotto Docciola si viaggia (in entrambe le direzioni) su una sola corsia. Tempo previsto (e qui in tanti dubitano, legittimamente) 8 mesi

    FIRENZE-SIENA – E’ stato aperto, come da annuncio di Anas, questa mattina, lunedì 5 luglio, il cantiere che per 8 mesi (sperando che almeno per una volta i tempi vengano rispettati) interesserà i viadotti Docciola e Falciani della Firenze-Siena.

    Così siamo andati a vedere la situazione, sia sul “lato-strada”, con le due carreggiate di marcia chiuse in entrambe le direzioni, sia da sotto il viadotto Falciani, per documentarne lo stato.

    E come si vede dalle foto (ma questa non è una sorpresa) il viadotto non versa in gran belle condizioni di salute.

    Tanto che, al pari dell’altro, verrà interessato da lavori per un totale complessivo di 5 milioni di euro.

    “Per consentire lo svolgimento delle attività – ha informato nei giorni scorsi Anas – nella prima fase il transito sarà consentito sulla corsia di sorpasso in entrambe le carreggiate, mentre la corsia di marcia sarà chiusa in corrispondenza del cantiere per un tratto di circa 1,2 km (dal km 49,700 al km 50,911)”.

    “I lavori – ha precisato Anas – riguardano il risanamento strutturale delle due opere, per un investimento complessivo di 5 milioni di euro. La durata dei lavori è di otto mesi”.

    Tanti i timori fra chi, ogni giorno, transita lungo l’Autopalio, pur nella consapevolezza che si tratta di lavori oltremodo necessari.

    Ma la tempistica, che li vede sommarsi con quelli che “a valle”, verso Firenze, avrebbero essere conclusi da tempo, insieme a quelli che vedono il caos-A1, crea un mix esplosivo che tanti pendolari e utenti stanno purtroppo provando sulla propria pelle.

    E gli stessi sindaci del Chianti fiorentino in questi giorni hanno iniziato a manifestare a più riprese la loro insofferenza per come questi cantieri sono stati portati avanti e allestiti.

    In pratica, senca alcuna comunicazione preventiva né alcun confronto con gli enti locali.

    # San Casciano, Greve, Impruneta e Barberino Tavarnelle, i sindaci: “Cantieri A1 e Fi-Si, siamo al collasso”

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...