spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 26 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Studentessa canadese lasciata sotto la pioggia nella notte: ritrovata alle 4.30 dopo una serrata ricerca

    GIOGOLI – E' stata abbandonata in aperta campagna in piena notte dagli amici: ce l'ha fatta a contattare i carabinieri che l'hanno rintracciata e soccorsa. E adesso cercanon di capire come e perché una giovane turista canadese si sia ritrovata nel buio della notte nelle campagne di Giogoli. Sola e al freddo.

     

    Intorno alle 2 di questa notte infattii, la centrale operativa del Comando Provinciale dei carabinieri di Firenze ha ricevuto una telefonata sul numero di pronto intervento 112, in cui una ragazza straniera, in lacrime e in evidente stato confusionale, riferiva di trovarsi in mezzo a una non meglio zona di campagna, situata alle porte di Firenze, dov’era appena stata abbandonata dai ragazzi con cui aveva passato la serata.

     

    La giovane donna, che dalla conversazione telefonica appariva evidentemente scossa da quanto accaduto, non riusciva a fornire alcuna indicazione utile riguardo alla sua esatta posizione, rendendo oltremodo difficile l’attività di ricerca e soccorso da parte dei militari.

     

    Cittadina canadese, si esprimeva esclusivamente in inglese, si è rivelata quindi fondamentale la conoscenza della lingua da parte dell’operatore della Centrale Operativa, il quale, oltre a rassicurarla, ha subito cercato di ottenere il maggior numero di informazioni per poterla localizzare.

     

    La situazione sembrava volgere al peggio, non solo a causa della pioggia incessante, ma anche per il fatto che l’utenza della giovane non era più raggiungibile. Le ultime cose che era riuscita a dire all’operatore di centrale operativa erano di essere allo stremo delle forze ed  infreddolita.

     

    Solo grazie alle incessanti ricerche, alle 4.30 un equipaggio del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Scandicci è riusxcito a rintracciarla. La ragazza era esausta e disperata, sotto una pioggia battente, nelle buie campagne della collina di Giogoli, sul confine tra i comuni di Firenze, Scandicci e San Casciano.

     

    La donna è apparsa evidentemente provata dall’esperienza vissuta: non era in grado di camminare, né di riferire molto circa il motivo della sua presenza in quel luogo.

     

    Soccorsa dal 118, è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale Torregalli. Sono in corso le indagini volte a chiarire come possa essere giunta in tale località e cosa sia potuto accadere, nel corso della notte, alla 25enne canadese, in Italia per motivi di studio.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...