spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il ritorno dei turisti nel Chianti? Lo si nota anche dal volo delle… mongolfiere

    Lungo la "rotta" del crinale che da Tavarnelle porta verso San Casciano, fra la fine di maggio e l'inizio di giugno, la loro presenza mattutina è aumentata esponenzialmente

    CHIANTI FIORENTINO – Alla fine saranno, e non potrebbe essere altrimenti, i freddi numeri a dirci la verità.

    Arrivi, presenze, occupazione delle strutture ricettive, dei ristoranti. L’indotto su bar, negozi, attività di servizio.

    Ma in questo inizio di giugno le voci che si sentono fra gli addetti ai lavori, e una valutazione molto empirica, prettamente “visiva”, ci dice che il ritorno dei turisti, italiani, europei e dal resto del mondo, nel Chianti, sta diventando una realtà.

    Dopo due anni a dir poco difficili, un 2020 drammatico, un 2021 complicato, il 2022 sembra davvero l’anno della ripresa.

    E fra le osservazioni, come detto, molto empiriche, c’è quella che si può fare la mattina molto presto, fra le 6 e le 7, scrutando il… cielo.

    In particolare quello lungo il crinale che da Tavarnelle porta verso San Casciano, lungo il percorso dell’Autopalio.

    E’ questa infatti una delle “rotte” principali dei voli in mongolfiera per turisti. Che fra la fine di maggio e l’inizio di questo mese di giugno sono a dir poco popolati.

    Cinque, sei, sette mongolfiere ogni mattina. Per un cielo del Chianti fiorentino letteralmente punteggiato di palloni aerostatici di ogni colore.

    E considerando che il volo per una persona singola costa, in media, da 200 euro in su, si capisce anche che la tipologia di turista che vi sale è con capacità di spesa medio-alte.

    Saranno i dati di fine stagione a dirci che stagione turistica è stata. Ma il cielo, intanto, ci sta dando indicazioni positive.

    Mongolfiere in volo sul Chianti fiorentino, venerdì 17 giugno

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...