spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 29 Gennaio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il sindaco Roberto Ciappi è il nuovo presidente dell’Unione comunale del Chianti fiorentino

    Il presidente di turno della rete istituzionale è stato eletto all'unanimità dal Consiglio dell'Unione del Chianti fiorentino

    CHIANTI FIORENTINO – Cambio della guardia alla presidenza dell’Unione comunale del Chianti fiorentino, l’ente nato più di dieci anni fa da una visione politica unitaria e omogenea, promossa dai Comuni di Barberino Tavarnelle, San Casciano e Greve in Chianti. E tradotta in uno strumento operativo vicino ai bisogni delle comunità.

    Dopo il sindaco di Barberino David Baroncelli è Roberto Ciappi, primo cittadino di San Casciano, eletto all’unanimità nel corso dell’ultima seduta del Consiglio dell’Unione, ad aver assunto la guida della rete istituzionale costituita dalle tre amministrazioni comunali.

    Che ormai da anni condividono obiettivi, progetti e interventi per rispondere ai bisogni crescenti delle persone, soprattutto alle fasce deboli della popolazione.

    Appena insediato, il presidente Ciappi traccia le linee del suo mandato (sarà in carica per 20 mesi), che individua come “un cammino collettivo, teso a potenziare risorse e servizi, incrementare la sicurezza del territorio e lavorare per semplificare e migliorare la vita dei cittadini, compiendo un salto di qualità anche nel processo di internazionalizzazione dell’area Chianti”.

    “Stare insieme e gestire il territorio in maniera congiunta – inizia Ciappi – non solo funziona, ma porta significativi benefici alle macchine comunali. Che condividono personale, progetti e azioni programmatiche”.

    “Lavorando uniti – ricorda – abbiamo migliorato, in termini di efficienza ed efficacia, tempi e procedure delle pratiche nei diversi settori come il Sociale, il Ced, la Centrale unica di Committenza, solo per citarne alcuni. La direzione verso la quale avanziamo è la sburocratizzazione e la semplificazione  amministrativa, necessaria a far decollare la crescita economica del nostro territorio”.

    Quanto al tema della sicurezza è in corso di attuazione un nuovo sistema di videosorveglianza che scaturisce da un progetto unitario sull’intera area del Chianti.

    “L’obiettivo è rendere sempre più capillare la sicurezza nei nostri comuni – fa sapere il presidente Ciappi –  stiamo incrementando i presidi degli accessi su tutti e tre i territori, in forma preventiva e con particolare riguardo alle violazioni connesse ai fenomeni di degrado e abbandono dei rifiuti”.

    Altro capitolo di rilievo per il presidente Ciappi è il turismo, connesso alla promozione del territorio, inteso come unicum, da attuare attraverso le politiche di destagionalizzazione turistica per consentire la redistribuzione dei flussi su periodi diversi o più lunghi.

    “La nostra idea di Chianti è quella di un territorio portavoce di cultura internazionale – continua il sindaco Ciappi –  i valori di accoglienza e autenticità che caratterizzano borghi, frazioni e piccoli centri abitati delle nostre colline sono i primi ambasciatori nel mondo”.

    “Lavoreremo – promette – per rafforzarne i punti di eccellenza sotto il profilo culturale, ambientale, enogastronomico, turistico-ricettivo anche realizzando un carnet unitario di proposte ed eventi in vari periodi dell’anno e non soltanto nelle stagioni più calde e gettonate”.

    Con l’Unione comunale che ha investito sul personale è cresciuto il numero degli agenti della polizia locale che supera la trentina di vigili operativi nei tre territori.

    La rete istituzionale del Chianti fiorentino è molto vasta, si estende complessivamente per circa 400 Km quadrati con una presenza demografica superiore a 40mila abitanti.

    I servizi gestiti dall’Unione comunale del Chianti fiorentino sono il Sociale e i Tributi, la Polizia municipale, la Protezione civile, il CED e i servizi informatici, il Bilancio e il coordinamento delle attività finanziarie, la Ragioneria, la Valutazione Impatto Ambientale, il servizio Autorizzazioni paesaggistiche, la paesaggistica, il vincolo idrogeologico, le Politiche per la casa e le barriere architettoniche, il servizio Contratti, il servizio di Centralizzazione delle committenze e attività ausiliare, il servizio Segnaletica stradale, il servizio Statistico di coordinamento, gli Affari generali, l’ufficio legale, il Personale e l’ufficio Stampa associato del Chianti Fiorentino.

    Un ringraziamento è rivolto dal sindaco Ciappi ai predecessori Paolo Sottani (sindaco grevigiano) e David Baroncelli, per il lavoro svolto “nel pieno spirito di collaborazione e condivisione del percorso istituzionale ed in particolare per i tanti obiettivi raggiunti finalizzati al rafforzamento politico e amministrativo dell’Unione comunale del Chianti fiorentino”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...