spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 3 Luglio 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Immagini storiche del territorio della Toscana centrale: una “miniera” da visitare

    Il sito internet del Consorzio di Bonifica della Toscana Centrale (www.cbtc.it), solo recentemente rinnovato, si arricchisce in questi giorni delle prime pagine di una nuova e curiosa sezione: l'Archivio fotografico.

     

    Si tratta di una serie di gallerie con le immagini storiche del territorio della Toscana Centrale (nella foto lavori sulla Pesa all'altezza del Ponte Romano della Sambuca, nel 1975) e dell’attività del Consorzio. Da qualche tempo è in corso, infatti un paziente lavoro di recupero e digitalizzazione degli archivi consortili, con l’obiettivo di salvaguardare dall’usura del tempo importanti documenti sulla bonifica del passato: l'Archivio fotografico on line sarà dunque in continua espansione, riorganizzazione ed aggiornamento secondo l’emergere dai cassetti del Consorzio, di più o meno importanti testimonianze della gestione del territorio e delle sue acque.
     

    Le foto spaziano tra la metà degli anni ’50 e la fine degli anni ’80 e si riferiscono in particolar modo al territorio della Valle della Pesa, interessato dalle lavorazioni dell’allora Consorzio già dal 1933.
     

    Se in certi casi un appunto sul retro delle stampe ha permesso di ricavare con precisione anno e luogo dello scatto, in molti altri le informazioni scarseggiano e solo grazie alla conoscenza del territorio e del suo sviluppo geografico ed antropologico è stato possibile ricostruire le informazioni relative agli scatti.

     

    Chiunque, guardando le gallerie dell’archivio storico-fotografico sul sito del Consorzio riscontrasse inesattezze o fosse a conoscenza di maggiori dettagli (ricordi, aneddoti, documenti o altre foto) è pregato di mettersi in contatto con il Consorzio.

     

    L'obiettivo principale di questo rispolvero degli archivi della bonifica non è solo ricercare la massima trasparenza possibile sul Consorzio e offrire considerevoli contenuti storico-geografici agli studiosi di agricoltura e di storia locale quanto piuttosto raccogliere il contributo della gente per ricevere altre foto, documenti, storie di agricoltura e di lavoro nei campi per creare una bella raccolta sulla gestione, la conservazione e la trasformazione del paesaggio rurale del Chianti e della Valdelsa.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...