spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 26 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Impianto di Capannuccia allagato, tecnici di Publiacqua al lavoro: in arrivo autobotti a Impruneta e San Casciano

    Problemi di approvvigionamento nei comuni di San Casciano, Impruneta, Greve (forse a breve anche a Barberino Tavarnelle). Autobotti a San Casciano e Impruneta

    CHIANTI FIORENTINO – Publiacqua informa che “i problemi di approvvigionamento che si stanno registrando sui comuni di Impruneta, San Casciano e nella località Strada in Chianti (Greve in Chianti) sono causati dall’allagamento dell’impianto di Capannuccia in conseguenza dei forti temporali notturni”.

    Il nubifragio che ha colpito con violenza nella serata di Ferragosto fa quindi sentire i suoi effetti anche per quanto riguarda la mancanza momentanea di acqua dai rubinetti.

    “I nostri tecnici – prosegue il gestore del servizio idrico – sono già al lavoro da questa notte per il ripristino della funzionalità del suddetto impianto nel corso della giornata”.

    “Nelle prossime ore – precisa Publiacqua – abbassamenti di pressione e mancanze d’acqua potranno interessare anche il Comune di Barberino Tavarnelle”.

    “Al fine di ridurre al massimo il disagio – annuncia in conclusione – autobotti saranno posizionate a disposizione dei cittadini in piazza Accursio da Bagnolo (Impruneta) e piazza della Repubblica (San Casciano)”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...