giovedì 13 Agosto 2020
Altre aree

    Lezioni sicure e all’aperto per la scuola di formazione in agricoltura: con tablet e strumenti innovativi

    Agr.I. For. Chianti, il primo progetto di formazione triennale di istruzione e formazione professionale a San Casciano, si prepara per l'apertura di settembre (iscrizioni ancora aperte)

    SAN CASCIANO – Il futuro dell’agricoltura è nella qualità della formazione. Agr.I. For. Chianti, il primo progetto di formazione triennale di istruzione e formazione professionale (accessibile ai ragazzi in uscita dalla scuola media in alternativa alla scuola superiore) che apre a San Casciano per tirar su le nuove generazioni di contadini al tempo del Covid si prepara all’apertura prevista a settembre.

    Lezioni sicure all’aperto a distanza e scuola 2.0 con tablet e strumentazioni innovative per l’apprendimento digitale fino al termine dell’emergenza.

    Questi i punti cardine, nel contesto didattico dell’emergenza che si avvia alla terza fase, della nuova opportunità finanziata dalla Regione Toscana, attraverso fondi ministeriali, nell’ambito di GiovaniSì, rivolta a giovani di età compresa tra i 14 e i 18 anni.

    “Il progetto consentirà di realizzare un percorso di Formazione ed Istruzione – dichiara Giordano Meneghini di Chiantiform-  con metodologie innovative. L’obiettivo è quello di favorire l’apprendimento pratico prevedendo attività realizzate in buona parte all’aperto, garantendo una maggiore efficacia alle misure di prevenzione contagio. Inoltre saranno utilizzati approcci metodologici che favoriranno la formazione a distanza fino a quando l’emergenza Covid non sarà superata”.

    “Doteremo ogni partecipante – aggiunge Giordano Meneghini – di un tablet per la formazione a distanza e come strumento di didattica attiva orientata alle tecnologie ICT; garantiamo la possibilità di “rientro” nel sistema scolastico con riconoscimento delle competenze “di base” previste dall’obbligo di istruzione”.

    Il progetto è promosso dai Comuni del Chianti fiorentino (Barberino Tavarnelle, Greve in Chianti, San Casciano, Bagno a Ripoli), ed è gestito da Chiantiform.

    Il percorso triennale si pone l’obiettivo di permettere agli studenti di acquisire competenze ampie e trasversali nel settore agricolo.

    Le lezioni in aula e in vigna punteranno a trasmettere conoscenze teoriche e pratiche sulla lavorazione e sulla fertilizzazione dei terreni, sulle semine, sui trattamenti fitosanitari, sulle potature, sulla raccolta e su tutte le altre lavorazioni agronomiche e di coltivazione delle produzioni arboree, erbacee, ortofloricole.

    I futuri agricoltori collaboreranno nella gestione dell’azienda, compresa la cura e la manutenzione delle attrezzature utilizzate, ed effettueranno varie operazioni sui prodotti dell’azienda, dalla trasformazione fino alla vendita.

    Le iscrizioni sono aperte fino al 1 settembre 2020. La formazione è gratuita e la frequenza obbligatoria.

    Il progetto, come previsto dalla normativa, consente l’assolvimento dell’obbligo di istruzione prevedendo l’insegnamento di competenze linguistiche, matematiche, scientifiche, tecnologiche e storico, socio-economiche.

    Info e iscrizioni: sede Chiantiform, via Roma, San Casciano, 3493371547, email: [email protected].

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino