spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 30 Gennaio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Affisso sui muri di consultori, SerT, sale d’attesa di ospedali e pronto soccorso

    Verrà affisso sui muri dei consultori, dei servizi per le tossicodipendenze, nelle sale d’attesa del pronto soccorso negli ospedali dell’Azienda sanitaria di Firenze. Luoghi dove può capitare che ci passi una persona che si prostituisce – femmina, maschio o transessuale che sia – ed abbia bisogno di una mano, di un sostegno, per sottrarsi allo sfruttamento, per imboccare una strada diversa, per costruire le condizioni con cui iniziare una vita nuova.
     

    D’intesa con la direzione generale dell’Azienda sanitaria di Firenze, l’Associazione progetto Arcobaleno Onlus esporrà nei più affollati luoghi delle strutture sanitarie presenti in tutta l’area fiorentina, un poster che lancia una scialuppa di salvataggio a chi è rimasto intrappolato nel giro della prostituzione e da solo non sa come uscirne.
     

    L’Associazione progetto Arcobaleno fin dal 2000 opera nell’ambito di un progetto della Regione Toscana che si chiama Con.Trat.To, (Contro la Tratta in Toscana) e traduce in realtà le iniziative rivolte alle vittime di tratta contenute in un bando del Dipartimento pari opportunità del Consiglio dei Ministri. Il progetto prevede attività di primo contatto con le presunte vittime, le quali possono trovare personale capace di ascoltare e dare consulenza, fino ad avviare programmi di protezione sociale e percorsi di inserimento socio-lavorativo. Il servizio, finanziato da Regione Toscana, dai Comuni di Firenze e Calenzano e dalle Società della salute dell’area Nord-Ovest e di Empoli, è svolto in collaborazione con Cat Coop. Sociale.
     

    Una psicologa, affiancata da mediatrici linguistico culturali, è a disposizione di donne e uomini di tutte le nazionalità per fornire loro uno spazio di ascolto, orientamento sui servizi socio-sanitari, sulla legge sull’immigrazione, consigli sulla consulenza legale, sostegni alla prevenzione sanitaria, consigli riguardo le possibilità di fuoriuscita dal mondo dello sfruttamento.
     

    Il manifesto è in 4 lingue (inglese, albanese, rumeno, cinese) e fornisce il numero verde gratuito a cui rivolgersi (800 186 086), l’indirizzo del Centro di ascolto (via dell’Agnolo 5, Firenze), le linee dell’autobus che più facilmente consentono di raggiungerlo, gli orari in cui sono presenti i mediatori culturali a seconda della nazionalità di provenienza.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...