spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 21 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Martina Frosali, Monica Toniazzi, Elena Borri: tre vicesindache per i Comuni del Chianti fiorentino

    E' la prima volta che tutti e tre i comuni saranno amministrati contemporaneamente da tre donne nel ruolo di vicesindaco

    CHIANTI FIORENTINO – Nel percorso amministrativo del Chianti fiorentino, in seguito alle elezioni dell’8 e 9 giugno scorsi, si intrecciano anche i percorsi di tre cittadine, alla guida della vita pubblica di San Casciano, Greve in Chianti e Barberino Tavarnelle.

    E’ infatti la prima volta che tutti e tre i comuni, legati da tempo dall’Unione comunale del Chianti del fiorentino che fonde e condivide risorse, energie e obiettivi dei tre enti vicini di casa, saranno amministrati contemporaneamente da tre donne nel ruolo di vicesindaco.

    Si tratta di Martina Frosali per San Casciano, Monica Toniazzi per Greve in Chianti ed Elena Borri per Barberino Tavarnelle.

    San Casciano

    Da tempo attiva nella politica locale, dimensione nella quale ha ricoperto il ruolo di consigliera comunale dal 2017 al 2024, e nel tessuto associativo (in particolar modo nella vitale realtà delle Contrade Sancascianesi), Martina Frosali si è seduta lo scorso primo luglio tra i banchi del consiglio comunale di San Casciano nel ruolo di vicesindaca, al fianco di Roberto Ciappi, eletto sindaco al suo secondo mandato.

    Di professione bancaria, spiega che affronterà “questa esperienza con la massima umiltà e la voglia di investire su quel patrimonio collettivo che si chiama comunità”.

    “Ringrazio il sindaco Roberto Ciappi di avermi scelta – dice Frosali – Per me è un vero onore rivestire questo ruolo e rappresentare la comunità di San Casciano, nella quale credo molto da sempre. Mi metterò al servizio dei cittadini con dedizione, cercando sempre il dialogo e il confronto”.

    “I settori che il sindaco mi ha assegnato sono tanti e centrali per la vita dell’ente – conclude – Mi impegnerò al massimo per imparare a gestire le deleghe attraverso la collaborazione degli uffici comunali che sono elementi nevralgici perché la macchina amministrativa sia efficace ed efficiente”.

    Martina Frosali ha le deleghe alle seguenti materie opere e lavori pubblici, partecipazione e collegamento con le frazioni, viabilità e polizia municipale, gestioni economiche, finanziarie, del bilancio e tributi.

    Greve in Chianti

    A Greve in Chianti il ruolo di vicesindaca è stato affidato a Monica Toniazzi, scelta dal sindaco Paolo Sottani per la sua esperienza e competenza nella dimensione politica e nella pubblica amministrazione.

    Residente a Panzano in Chianti, dipendente regionale, Toniazzi ha deciso di intraprendere questo nuovo cammino per offrire il proprio contributo da cittadina attiva e responsabile e rendersi utile alla crescita culturale, sociale, economica e ambientale puntando al bene comune.

    “Nel ringraziare il sindaco per la fiducia concessa e tutti i cittadini che hanno reso possibile questo traguardo – promette – mi impegnerò per una visione aperta e inclusiva nel nostro comune come luogo in cui l’ambiente, l’educazione, la cultura di prossimità concorrano al benessere dei nostri cittadini”.

    “Il tutto – precisa – naturalmente stimolando la partecipazione attiva alla vita pubblica e con uno sguardo attento alle nostre frazioni, fondamentali per lo sviluppo sostenibile e la tenuta sociale del nostro territorio”.

    Monica Toniazzi si occuperà di cultura, transizione ecologica e sostenibilità ambientale, attività produttive, lavoro, risorse e finanziamenti da altri enti, cura e valorizzazione delle frazioni e partecipazione.

    Barberino Tavarnelle

    Elena Borri, residente a Linari, imprenditrice, dopo una parentesi con l’allora sindaco di Barberino Val d’Elsa Giacomo Trentanovi è tornata a mettersi al servizio della collettività.

    “È stato un onore per me ricevere la nomina di vicesindaca da parte del sindaco David Baroncelli – spiega – che ringrazio per l’opportunità e la fiducia accordata”.

    “Un ruolo che ritengo importantissimo – riprende – nel quale darò tutta me stessa per garantire autenticità, consapevolezza e trasparenza nelle scelte, un’esperienza che cercherò di cogliere in tutti i suoi aspetti, amministrativi e istituzionali”.

    “Credo che ricoprire tale carica – conclude Borri – mi permetterà di estendere l’orizzonte sulle cose ed osservare la realtà da un punto di vista diverso, mi consentirà di conoscere meglio il territorio che amo, intendo trasmettere alla comunità il privilegio di cui tutti consapevolmente e non godiamo, quello di vivere in un luogo bello, ricco di punti di forza e debolezza, da tutelare, promuovere, valorizzare”.

    Ad Elena Borri sono state assegnate le deleghe ambiente, transizione ecologica ed aree protette, pubblica istruzione, scuola e formazione, affari generali, comunicazione e servizi al cittadino, innovazione e transizione digitale, personale.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...