spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 5 Marzo 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Nella storia della ristorazione del nostro territorio: addio a Mario Di Lorenzo, “Buzzanca”

    Si è spento a 81 anni. Nel suo ristorante a San Quirico in Collina (oggi gestito da una figlia e dai nipoti) hanno fatto tappa in tantissimi. Il soprannome? Da un piatto di pastasciutta...

    SAN QUIRICO IN COLLINA – E’ venuto a mancare nel pomeriggio di venerdì 20 ottobre, nella sua abitazione di San Quirico in Collina, Mario Di Lorenzo: aveva 81 anni ed era conosciuto da tutti come “Buzzanca”.

    Un uomo che ha vissuto la sua vita nel mondo della ristorazione: fatta soprattutto di cucina improntata su piatti tipici toscani, anche se si faceva in quattro per accontentare ogni tipo di clientela nelle varie richieste.

    Già negli anni ’60 e ’70, sia per chi viveva in zona che per i turisti di passaggio, andare nel suo ristorante a San Quirico era quasi una tappa obbligatoria.

    Un locale ricavato in una bellissima casa colonica, a dir poco accogliente, dove si percepiva il calore della familiarità.

    Negli anni anche le coppie che si sposavano hanno scelto quel bellissimo posto, così come per festeggiare comunioni e cresime, fino alle cene di lavoro e quelle tra amici.

    Era un vero imprenditore della cucina: affiancato dai suoi familiari, aveva perfino aperto una pizzeria a Empoli e altri ristoranti nel comune di Montespertoli.

    Per poi arrivare alla pensione nel ristorante storico, “Da Buzzanca”, a San Quirico in Collina.

    Proprio qui, dove oggi la gestione è passata a una figlia e nipoti, che portano avanti l’arte (perché spesso di questo si tratta) di essere ristoratori.

    Una curiosità: il soprannome “Buzzanca” gli era stato dato grazie a un piatto da lui inventato, “la Buzzancata”.

    In pratica era una sorta di penne strascicate che avevano avuto un gran successo: tanto che, da allora, tutti lo conobbero come “Buzzanca”.

    I funerali si terranno lunedì 23 ottobre alle ore 11 nella chiesa di San Quirico in Collina. 

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...