spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Olio extravergine di oliva: come imparare a ri-conoscerlo con AIRO

    Le lezioni del prossimo corso per aspiranti assaggiatori inizieranno il 10 gennaio, in orario serale (18.30-20.30) presso Centro per la cultura del vino "I Lecci": tutte le info

    MONTESPERTOLI – Per consentire agli appassionati e ai cultori della gastronomia, ai ristoratori, ai professionisti del settore olivicolo e agli operatori del commercio agroalimentare di approfondire le conoscenze dell’olio extravergine di oliva, AIRO (Associazione Internazionale Ristoranti dellOlio) propone un nuovo percorso formativo dedicato alla conoscenza della filiera olivicola, alla degustazione e all’abbinamento olio-cibo. Ad oggi i corsi vengono organizzati in Toscana, in Lombardia e in Emilia-Romagna.

    La proposta didattica è sviluppata in tre livelli, è possibile iscriversi al primo livello e decidere in seguito se proseguire con i successivi e ottenere l’attestato di Idoneità Fisiologica allAssaggio (D.M del 18 giugno 2014) valido per iscriversi all’Elenco Nazionale degli Assaggiatori di olio di oliva.

    Il primo livello ha per oggetto le conoscenze di base relative alla filiera dellolio extravergine di oliva, dagli aspetti agronomici alla conservazione e i fondamenti della tecnica di degustazione trasmessi attraverso lassaggio di oli vergini ed extravergini e la valutazione degli abbinamenti olio-cibo.

    Si prosegue poi, nel secondo livello, con approfondimenti delle tematiche affrontate nel primo livello, prove pratiche di assaggio di oli di qualità sia italiani che esteri e dimostrazioni di abbinamento gastronomico.

    Il terzo livello, infine, è riservato ai corsisti interessati ad acquisire lattestato di Idoneità Fisiologica allAssaggio di oli di oliva vergini ed extravergini e si compone di quattro appuntamenti dedicati alle prove selettive sugli attributi riscaldo, rancido, avvinato e amaro.

    Divulgare le conoscenze sullolio extravergine di oliva d’eccellenza è la principale missione di AIRO, un messaggio che lassociazione desidera portare ad un pubblico ampio.

    Il corso infatti non si rivolge soltanto ai professionisti dellolio o a coloro che desiderino diventarlo, è un’ottima opportunità di approfondimento anche per i consumatori più attenti agli aspetti salutistici degli alimenti. Inserito nel contesto della dieta mediterranea, infatti, loro verde vanta comprovate proprietà terapeutiche: lolio extravergine di oliva è un prodotto straordinario che, se consumato nelle giuste quantità, riduce il rischio cardiovascolare, migliora il profilo lipidico e riduce i valori della pressione arteriosa.

    Costituisce un vero e proprio farmaco, come riportato recentemente dalla Food and Drugs Administration statunitense.

    Dunque, consumarlo con moderazione e nelle sue migliori espressioni qualitative è anche una scelta a favore della nostra salute e del nostro benessere.

    La conduzione delle lezioni è stata affidata ad alcuni dei massimi esperti del settore. A partire dalla prima lezione, un parterre di agronomi, professori, dottori, assaggiatori, consulenti e giornalisti specializzati accompagna i partecipanti nel loro percorso formativo.

    Personalità autorevoli quali: Franco Pasquini Presidente di ANAPOO, Filippo Falugiani – Presidente di A.I.R.O., Alberto Grimelli Dottore agronomo e giornalista, Fiammetta Nizzi Grifi – Dottore agronomo, Alessandro Parenti – Professore dell’Università degli Studi di Firenze, Marco Pampaloni – Dottore agronomo e Capo Panel, Cristian Marinelli – RAQ presso Food Analytical, Giacomo Trallori – Dottore gastroenterologo, Pietro Barachini – Società Pesciatina di Olivicoltura, Chiara Cherubini – RAQ presso Food Analytical.

    Le lezioni del prossimo corso per aspiranti assaggiatori di olio di oliva inizieranno il 10 gennaio, in orario serale (18.30-20.30) presso Centro per la cultura del vino “I Lecci”, via Lucardese, 74, 50025, Montespertoli (Firenze).

    DETTAGLI DEL CORSO

    • Luogo: Centro per la cultura del vino “I Lecci”, via Lucardese, 74, 50025, Montespertoli (Firenze)
    • Costo: 290 a pax + 25 di quota associativa annuale
    • Capopanel del Corso: Dott. Franco Pasquini
    • Responsabile Didattica e Ricerca: Dott.ssa Elisa Corneli info@associazioneairo.com
    • Per scaricare il programma completo e la domanda d’iscrizione: https://associazioneairo.com/prodotto/corso-assaggiatori/
    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...