spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 13 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Osserva, segnala, informa: le Sentinelle del Chianti in visita (formativa) al Lamma

    Uno strumento di ricerca e informazione messo in campo dalla sezione Meteo dell'Osservatorio Polifunzionale del Chianti

    CHIANTI FIORENTINO – L’Osservatorio Polifunzionale del Chianti, struttura di proprietà del Comune di Barberino Tavarnelle, gestita dall’Università degli Studi di Firenze, ha tra le sue attività il monitoraggio dei cambiamenti climatici e dei fenomeni meteorologici.

    Il progetto di “citizen science”, i “cittadini scienziati”, realizzato dall’Osservatorio Meteorologico dell’Opc in collaborazione con il Laboratorio di Monitoraggio e Modellistica Ambientale per lo sviluppo sostenibile (Lamma) e CNR-IBE, si chiama “Sentinelle Meteo”.

    E nasce dalla necessità di implementare la precisione e la tempestività delle informazioni relative ad alcuni eventi meteo per seguire l’evoluzione dei diversi fenomeni, tra cui piogge, temporali, trombe d’aria ed altre manifestazioni che si possono verificare nel territorio del Chianti e della Toscana.

    L’obiettivo è quello di coinvolgere attivamente la comunità e stimolare il senso di responsabilità e dovere civico soprattutto dei più giovani nel loro luogo di residenza, lavoro o studio.

    Sono una decina i nuovi volontari Meteo dell’Osservatorio Polifunzionale del Chianti, provenienti da varie aree della Toscana, impegnati ad inviare e segnalare notizie in merito a particolari eventi.

    I volontari proprio recentemente hanno frequentato un corso di approfondimento su come effettuare le segnalazioni presso la sede fiorentina del Lamma, il consorzio pubblico tra la Regione Toscana e il Consiglio Nazionale delle Ricerche.

    Tutti i cittadini possono partecipare al progetto inviando segnalazioni e informazioni, come testimonianza degli eventi ai quali assistono sul loro territorio.

    “Per diventare Sentinella Meteo – dichiara Simone Nardini, responsabile della sezione Meteo dell’Opc – è necessario mettere a disposizione un po’ del proprio tempo libero, occorre avere passione per la meteorologia, non sono richieste competenze specifiche in quanto saremo noi a fornirle”. 

    Al candidato a Sentinella Meteo è richiesto un iter formativo che comprende un corso in collaborazione con il Lamma sugli eventi meteorologici, la misurazione dei parametri e l’utilizzo dell’App Sentinelle Meteo per l’invio della segnalazione e la conoscenza delle modalità operative in caso di evento meteo.

    “Le sentinelle meteo usano una tecnologia georeferenziata delle informazioni basata sulla valutazione in tempo reale delle segnalazioni di eventi– commenta il responsabile scientifico dell’Osservatorio, l’astrofisico Emanuele Pace – il progetto ci permette di raccogliere dati, realizzare un database relativo agli eventi meteo, approfondire studi e ricerche in campo statistico allo scopo di ottenere maggiori informazioni sul clima del Chianti e della Toscana”. 

    “E’ un progetto interessante anche per la valenza socio-culturale – aggiunge il sindaco di Barberino Tavarnelle David Baroncelli – sensibilizziamo i cittadini, i ragazzi ed i giovani alla conoscenza del sistema meteo e dell’ambiente del proprio territorio”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...