spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 2 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    E’ Stefano Caneschi: giovane ed esperto. Tanti, assieme a lui, i volti nuovi

    CHIANTI FIORENTINO – La Compagnia dei carabinieri di Scandicci, sotto la quale ricade quasi tutto il territorio chiantigiano (ad eccezione di Greve in Chianti, sotto la "giurisdizione" della Compagnia di Figline Valdarno con il capitano Luca Mercadante) ha un nuovo comandante.

     

    Questa mattina infatti, presso il comando provinciale dei carabinieri in Borgo Ognissanti, a Firenze, nell'ambito della presentazione ufficiale di tanti volti nuovi dell'Arma fiorentina, si è tenuta anche la prima uscita pubblica del Capitano Stefano Caneschi.

     

    Non ancora 27enne, Caneschi viene dal nucleo operativo radiomobile di Bracciano. Un'esperienza triennale operativa e molto onerosa (parliamo della periferia di Roma): ha preso il posto, come comandante della Compagnia di Scandicci, del capitano Romolo Riccio.

     

    Assieme a lui sono stati presentanti anche il nuovo comandante del nucleo investigativo di Firenze, Maggiore Carmine Rosciano (fra le sue attività passate, ha comandato il Nucleo Investigativo di Caserta, il Nucleo Operativo a Palermo, ha quindi un ampio background di lotta alla criminalità organizzata); il Capo Ufficio Sezione Operazioni e Logistica di Firenze, Capitano Salvatore Muratore (addetto ai rapporti con la stampa).

     

    E ancora tanti volti nuovi, giovani. E anche femminili: come quello del Tenente Claudia Mesina (neo comandante della Compagnia di Signa) e del Tenente Marzia La Piana (comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Firenze Oltrarno).

     

    Infine, il Tenente Fabio Alfieri è stato chiamato a comandare il Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Signa.

     

    Un'Arma più giovane, un'Arma anche più rosa: "L'obbiettivo – è stato spiegato – è quello di  portare esperienze diverse in realtà diverse: speriamo che i nuovi innesti portino stimoli nuove e iniziative nuove, tese a migliorare. L'anno prossimo l'Arma festeggia i 200 anni di storia: e da due secoli opera con questa filosofia".

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...