spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 8 Dicembre 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Quattro alberi donati e piantati nelle scuole primarie di San Casciano e San Donato in Poggio

    I bambini fanno festa con i nuovi amici dell'ambiente in occasione della Giornata mondiale dedicata all'Albero

    CHIANTI FIORENTINO – Le scuole del Chianti fiorentino inneggiano alla biodiversità.

    Decine di studenti fanno festa con la natura e danno il benvenuto all’arrivo di nuovi piccoli grandi alberi che cresceranno insieme a loro anche grazie alle cure e all’amore per il mondo vegetale della comunità scolastica. Un acero, un frassino maggiore, un ippocastano, un cipresso.

    Sono le nuove piante, offerte dai Comuni e dai carabinieri forestali, che hanno messo radici nei giardini scolastici di San Casciano e San Donato in Poggio nell’ambito della Giornata mondiale dedicata all’Albero.

    E’ stata una festa all’insegna della sostenibilità ambientale, trascorsa all’aria aperta, a contatto con i profumi della campagna, quella che le amministrazioni comunali di San Casciano e Barberino Tavarnelle hanno celebrato nelle aree verdi delle scuole primarie dei propri territori.

    I bambini delle prime classi della primaria Machiavelli di San Casciano si sono ritrovati intorno ai loro tre nuovi “inquilini verdi”, messi a dimora in un’ampia zona esterna della scuola.

    Accompagnati dalle loro maestre, i piccoli hanno assistito alla piantumazione, eseguita dai giardinieri comunali, di un ippocastano, un frassino e un cipresso le cui caratteristiche sono state descritte dal maresciallo capo Andrea Pini e dal carabiniere forestale Leonardo Cerquetti della Stazione dei Carabinieri forestali di San Casciano.

    A far festa insieme agli allievi il sindaco Roberto Ciappi, gli assessori Elisabetta Masti e Ferdinando Maida, il dirigente scolastico Marco Poli, la dipendente comunale dell’ufficio scuola Laura Bandini.

    “E’ stato un momento di divertimento e riflessione – hanno dichiarato gli amministratori comunali – abbiamo creato un’occasione per far capire ai più piccoli, che si sono mostrati molto curiosi e ricettivi, il valore ambientale degli alberi e quanto essi siano fondamentali nella lotta contro il cambiamento climatico, l’iniziativa vuole sensibilizzare sul ruolo delle piante nella pulizia dell’atmosfera e la prevenzione contro il dissesto idrogeologico”.

    Uno dei tre alberi piantati proviene da un progetto della scuola, frutto di una piantumazione avvenuta cinque anni fa.

    “Abbiamo raccontato ai bambini la storia di un albero – ha aggiunto il preside Marco Poli – che è cresciuto insieme a loro, con l’attenzione e la sensibilità di chi se n’è preso cura, questo per sottolineare il senso di responsabilità individuale e collettivo che ognuno di noi deve e può assumersi per la salvaguardia del pianeta”.

    Altri “alleati dell’ambiente” sono stati piantati nel giardino della scuola primaria Mazzini di San Donato in Poggio.

    Un acero adorna da ieri l’area scolastica, popolata da un piccolo uliveto all’interno dell’edificio. Con un alberello di carta, disegnato e realizzato a mano dai piccoli studenti, la seconda classe, condotta dalle insegnanti, ha reso omaggio alla nuova pianta donata dai carabinieri forestali in collaborazione con il Comune di Barberino Tavarnelle alla presenza degli assessori Marina Baretta e Roberto Fontani e della dirigente scolastica Paola Salvadori.

    “Avere a cuore gli alberi – hanno commentato gli assessori – interessarsi alla bellezza e alle funzioni vitali della natura educa i più piccoli al rispetto per l’ambiente e a rendere il luogo in cui viviamo più pulito e sostenibile, il tema dell’albero è centrale e attuale, come dimostra l’impegno della comunità mondiale emerso dal dibattito della recente Cop26, ovvero bloccare la deforestazione entro il 2030”.

    “Con questa operazione e i tanti progetti ambientali che si svolgono dentro e fuori le classi – ha concluso la dirigente scolastica Paola Salvadori – insegniamo alle bambine e ai bambini a conoscere il valore del patrimonio arboreo e boschivo locale che si lega strettamente ai temi della tutela e della preservazione della biodiversità”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...