spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 6 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ci sono circoli, come quello di Mercatale, in cui Fabio Incatasciato ha vinto con… il 100%

    CHIANTI FIORENTINO – E' un Chianti fiorentino "cuperliano" quello uscito dalle urne del congresso metropolitano del Partito democratico, alla vigilia del congresso nazionale che vedrà come principali candidati alla segreteria del Pd Matteo Renzi e Gianni Cuperlo?

     

    In realtà quello che viene fuori dai congressi comunali chiantigiani è un Pd che ha sostenuto compatto l'accordo che ha portato il sindaco di Fiesole, il "cuperliano" Fabio Incatasciato, 44 anni, alla guida del livello metropolitano del partito. In un confronto senza storia con gli altri due candidati, Mirko Dormentoni e Olmo Gazzarri.

     

    Un Incatasciato che, fra l'altro, andrà a sedere sulla poltrona lasciata libera da un chiantigiano doc: quel sancascianese Patrizio Mecacci, 29 anni, chiamato proprio da Cuperlo a coordinare la sua campagna a livello nazionale.

     

    CLICCA SULL'IMMAGINE PICCOLA SOTTO

    LA FOTO IN ALTO PER INGRANDIRE LA TABELLA

     

    Un accordo, quello sul nome di Incatasciato, che ha avuto picchi elevatissimi a Mercatale, dove il sindaco di Fiesole si è preso tutti i 26 voti con il 100% dei consensi.

     

    Altissime (sopra la media provinciale del 64,10%) le percentuali raccolte da Incatasciato anche a Grassina (70,18%), Greve in Chianti (76,19%), Impruneta capoluogo (72,34%) e Bagnolo (storica "roccaforte renziana", qui ha preso il 75%).

     

    E ancora oltre l'80% nel circolo di San Casciano capoluogo, mentre del 100% mercatalino abbiamo detto. Un ricco 77,03% anche a Tavarnelle a chiudere il cerchio.

     

    Nelle briciole rimaste agli altri due contendenti, spicca il 54,55% raccolto da Dormentoni nel circolo di Ponte a Ema,  il 35,71% nella "rossa Cerbaia", il 38,10% all'Antella e il 31,03% in quello di Tavarnuzze.

     

    Gazzarri invece se l'è cavata un po' meglio a Barberino Val d'Elsa (33,33%) e Tavarnuzze (31,03%).

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...