spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 23 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Rotary Chianti, oltre 26mila euro di service per l’annata 2023-2024: Stefano Gallastroni nuovo presidente

    La presidente uscente Caterina Pulselli ha presentato i risultati e i service della sua annata rotariana. Momento di commozione per il ricordo di Massimiliano Pescini, storico amico del club

    CHIANTI FIORENTINO – Martedì 25 giugno, presso la Tenuta Ruffino a Poggio Casciano (Bagno a Ripoli), Stefano Gallastroni ha ricevuto il collare da Caterina Pulselli nel corso della cerimonia del Passaggio della Campana del Rotary Chianti.

    All’evento hanno partecipato numerose autorità rotariane e tre sindaci del territorio del club: Riccardo Lazzerini (Impruneta), Paolo Sottani (Greve in Chianti) e David Baroncelli (Barberino Tavarnelle).

    La cerimonia è stata inaugurata con un momento di grande emozione quando la presidente uscente, Caterina Pulselli, ha ricordato la figura di Massimiliano Pescini

    “Un pensiero non può non andare però a un grande amico che ci ha lasciato – ha detto – Massimiliano Pescini, che rimarrà per sempre nei nostri cuori. Ringrazio tutti per l’appoggio e la fiducia, che spero di aver ricompensato con le opere del club”.

    Pulselli ha poi donato una targa ricordo a Marina Nesi, compagna del consigliere regionale recentemente scomparso, presente insieme alla figlia Giulia.

    Pulselli ha inoltre presentato i numerosi traguardi raggiunti durante la sua annata, evidenziati anche attraverso la proiezione di un video realizzato dai ragazzi del Rotaract San Casciano Chianti.

    “L’anno appena trascorso – ha proseguito Pulselli – è stato ricco di esperienze, emozioni ed entusiasmo, vissuto intensamente, e mi ha arricchita umanamente e culturalmente. Insieme a tutti i soci che hanno contribuito fattivamente e mi hanno sostenuta con la loro partecipazione, siamo riusciti a realizzare molti service in continuità con quanto già fatto dai miei predecessori”.

    “Il club – ha aggiunto – si è arricchito di nuovi soci che hanno aggiunto entusiasmo e slancio, ma soprattutto abbiamo raggiunto il traguardo più importante: la ricostituzione del Rotaract, formato da un gruppo di ragazzi ventenni guidati da Giorgia Somigli, che darà un futuro florido al club. Importantissima è stata la collaborazione con le istituzioni che abbiamo aiutato a realizzare importanti progetti”.

    Tra i molti service, sono stati ricordati quelli a favore della Misericordia di Impruneta, della Pubblica Assistenza di Tavarnuzze, della scuola Penny Wirton e del Carnevale Medievale Sancascianese. La cifra del service totale ammonta ad oltre 26mila euro.

    Il contributo più significativo del club è stato la ricostituzione del Rotaract San Casciano Chianti, oggi guidato da Giorgia Somigli, rappresentando il futuro del Club stesso.

    Durante la serata sono stati consegnati sei “Paul Harris Fellow” a soci che si sono particolarmente distinti per il loro impegno: Francesco Facchini, Andrea Salvetti, Simone Dal Pino, Tommaso Bisori, Matteo Benvenuti e Caterina Pulselli.

    Dopo il passaggio del collare, il nuovo presidente, Stefano Gallastroni, ha presentato la squadra che lo accompagnerà nella sua annata: “È un onore rappresentare ognuno di voi. Avrò bisogno di tutti senza esclusione. Ringrazio i sindaci presenti dai quali ho già ricevuto massima disponibilità”.

    La serata si è conclusa con la consegna di alcuni attestati a quei soci che si sono particolarmente distinti nel corso dell’anno trascorso.

    Stefano Gallastroni e Caterina Pulselli

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...