spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 29 Novembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    I sindacati: “La direzione ha dovuto chiudere due giorni. Stipendi non pagati: inaccettabile”

    Adesione pressoché totale dei lavoratori dello Sheraton di Firenze (uscita Firenze Sud dell'A1, a pochi metri da Ponte a Ema) allo sciopero proclamato da Fisascat-Cisl, Filcams-Cgil e Uiltucs, "tanto che la direzione -spiegano i sindacati – ha dovuto esporre un cartello all’ingresso in cui si comunica la chiusura dell’hotel con l’annullamento di tutte le prenotazioni per oggi e domani, 7 marzo,(in programma oggi c’era anche un meeting Menarini nella sala congressi), causa sciopero". Per tutta la mattina i lavoratori hanno tenuto un presidio davanti alla sede dell’hotel, all’uscita Firenze Sud dell’A/1.

     

    “A parte due, i lavoratori sono tutti qui fuori – racconta Carlo Di Paola, segretario regionale della Fisascat Cisl della Toscana – La rabbia è molto alta. Il comportamento della proprietà, la Fga, è inaccettabile: non hanno pagato lo stipendio di gennaio parlando di mancanza di liquidità, senza dare alcuna altra spiegazione o rassicurazione. Hanno anche rigettato la richiesta di pagare almeno un anticipo. Tra quattro giorni c’è la scadenza di febbraio, ma la sensazione è che non verrà pagato.”

     

    “I lavoratori – prosegue Di Paola – sono in grande difficoltà, hanno scadenze da onorare, mutui da pagare, credo che abbiano tutto il diritto se non altro di conoscere la situazione e le intenzioni dell’azienda. Invece finora ci siamo scontrati con un muro. Siamo abituati, purtroppo, ad aziende che vivono momenti di difficoltà, ma non accettiamo questo atteggiamento di chiusura. Anche perché ci risulta che negli altri alberghi del gruppo gli stipendi siano stati pagati regolarmente".

     

    "Per questo – conclude – chiediamo alla proprietà di aprire immediatamente un confronto per fare chiarezza su quanto sta accadendo. Speriamo che in questa nostra battaglia anche le istituzioni siano al nostro fianco".
     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...









    I Cammini dell'Acqua